SETTORE GIOVANILE – APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

SETTORE GIOVANILE - APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

APPUNTAMENTI DEL 23  - 24 MAGGIO 2015 UNDER 18 Domenica 24 maggio 2015 ore 12:00 campo "S. Gelsomini" via Portuense, 1680 Roma SEMIFINALE D'ANDATA ACCESSO FINALE TROFEO INTERREGIONALE 2015   NRR FIAMME ORO JUNIOR ROMA vs GRAN SASSO SAMBUCETO RUGBY Arbitro: Sig.  UNDER 14 Domenica 24 maggio 2015 dalle ore 09:00 campo "dell'Unione" via Flaminia, 867 Roma FASE FINALE TROFEO SUPERCHALLENGE 2015   Questi gli abbinamenti dei 4  GIRONI (sorteggio del 18 maggio scorso). GIRONE ...

Leggi Tutto...

UNDER 6 – PHOTOGALLERY  TORNEO GABRIELLI 2015

UNDER 6 - PHOTOGALLERY TORNEO GABRIELLI 2015

        26 aprile  2015 Ufficio Stampa Settore Giovanile
UNDER 6 – IL TORNEO GABRIELLI

UNDER 6 - IL TORNEO GABRIELLI

Una meta per crescere... ...è questo il progetto, ormai decennale, che l’Unione Rugby Capitolina Onlus ha messo in campo e sostenuto a favore dei genitori dei bambini con sindrome di Down, dando loro una valida alternativa alla solitudine, alla emarginazione ed alla esclusione. Le Fiamme Oro Rugby partecipano a questa lodevole iniziativa schierando i piccoli leoncini dell'under 6. Oggi ...

Leggi Tutto...

UNDER 18 – E ORA …LA SEMIFINALE!

UNDER 18 - E ORA ...LA SEMIFINALE!

"Essere vincenti non vuol dire vincere. Vincente è chi vuole ancora vincere e non è mai stanco di farlo" Josè Mourinho -  allenatore COMMENTO - Allo stadio "Natali" di Colleferro è andato in scena l'ultimo atto di questo mini campionato delle 4 squadre laziali dei 2 gironi Regionali classificatesi nei primi due posti. Con due squadre che, ormai, non avevano ...

Leggi Tutto...

Semifinale di andata playoff. Le Fiamme cedono di soli due punti alla corazzata Rovigo

Semifinale di andata playoff. Le Fiamme cedono di soli due punti alla corazzata Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY SEMIFINALE PLAYOFF 2014-15 LE FIAMME LOTTANO FINO ALLA FINE, MA IL ROVIGO SI AGGIUDICA LA SEMIFINALE DI ANDATA 31 A 33 Presutti: “È destino che contro il Rovigo sia sempre battaglia fino all’ultimo secondo. Hanno dimostrato perché sono i primi in classifica, ma anche noi abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti. ...

Leggi Tutto...

Semifinale playoff. La formazione delle Fiamme per il match con il Rugby Rovigo

Semifinale playoff. La formazione delle Fiamme per il match con il Rugby Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY SEMIFINALE CAMPIONATO 2014-15 LA FORMAZIONE DELLE FIAMME PER L’ULTIMO MATCH DELLA STAGIONE AL “GELSOMINI” Presutti: “Per noi l’approdo ai playoff, anche se è un risultato storico, non è un punto di arrivo, ma uno stimolo a fare ancora meglio”. Massaro: “Siamo sereni, ma consapevoli di aver scritto una pagina della storia di questa ...

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

SETTORE GIOVANILE - APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

APPUNTAMENTI DEL 16  - 17 MAGGIO 2015 PRIMO XV Sabato 16 maggio 2015 ore 18:00 campo "S. Gelsomini" via Portuense, 1680 Roma SEMIFINALE D'ANDATA PLAYOFF SCUDETTO 2015     UNDER 18 Domenica 17 maggio 2015 ore 15:00 stadio  "M. Natali" Via degli Atleti, snc Colleferro (RM) VI GIORNATA GIRONE DI QUALIFICAZIONE ALLE SEMIFINALI TROFEO INTERREGIONALE (III di ritorno) COLLEFERRO RUGBY vs NRR FIAMME ORO JUNIOR  Arbitro: Sig. Meo UNDER 16 RIPOSO UNDER 14 Gruppo I Domenica 17 ...

Leggi Tutto...

UNDER 16 – BUONA PRESTAZIONE IN AMICHEVOLE CONTRO IL NAPOLI

UNDER 16 - BUONA PRESTAZIONE IN AMICHEVOLE CONTRO IL NAPOLI

Commento – Sabato scorso l’Under 16 ha affrontato in amichevole un forte avversario che in campionato aveva avuto la supremazia sia all’andata che al ritorno: il Rugby Napoli Afragola. Bruciava ancora ai nostri ragazzi la sconfitta in terra partenopea e si è ripresentata l’occasione di confrontarsi con chi si era dimostrato superiore solo poche settimane prima. ...

Leggi Tutto...

UNDER 10 – IL RISULTATO DEL TOPOLINO

UNDER 10 - IL RISULTATO DEL TOPOLINO

Venticinquesimi classificati su ottanta squadre è stato il risultato delle Fiamme Oro nella categoria U10 nella competizione più ambita della stagione: il Torneo Topolino. Per chi non conoscesse questo evento (uno dei più importanti nello scenario del minirugby nazionale ed internazionale), ecco alcune informazioni: L'edizione di quest'anno ha visto la partecipazione di 6146 ragazzi, nuovo record ...

Leggi Tutto...

Semifinale di andata playoff. Le Fiamme cedono di soli due punti alla corazzata Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

SEMIFINALE PLAYOFF 2014-15
LE FIAMME LOTTANO FINO ALLA FINE, MA IL ROVIGO SI AGGIUDICA LA SEMIFINALE DI ANDATA 31 A 33

Presutti: “È destino che contro il Rovigo sia sempre battaglia fino all’ultimo secondo. Hanno dimostrato perché sono i primi in classifica, ma anche noi abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti. Sabato prossimo al Battaglini ci giocheremo tutte le nostre chance”

IMG_3259

Il capitano delle Fiamme, Giovanni Massaro (ph. Flavia Conforti)

IL COMMENTO
Roma – Le Fiamme, davanti al pubblico delle grandi occasioni, non riescono ad abbattere il tabù-Rovigo e, dopo una vera e propria battaglia durata ottanta minuti, cedono ai Bersaglieri per soli due punti di distacco.

Un match intenso quello giocato oggi alla caserma “Gelsomini” con i padroni di casa che ce l’hanno messa tutta contro i primi della classe, ma il Rovigo, nonostante fosse rimasto in inferiorità numerica per gran parte della seconda frazione di gioco, ha saputo comunque portare sui propri binari il match.

Alle Fiamme va sicuramente l’onore delle armi per aver dimostrato, ancora una volta e se ce ne fosse stato ancora bisogno, di essere un cattivo cliente per tutti, per quella capacità di non darsi mai vinte fino all’ultimo secondo; e così è stato anche oggi. Resta un po’ l’amaro in bocca per non aver approfittato dei lunghi tratti in superiorità numerica e per una trasformazione, seppur difficile, che non ha centrato i pali e che poteva portare in pareggio le sorti del match.

A Ponte Galeria, però, il morale resta alto perché il distacco nel punteggio finale è abbastanza esiguo, anche se il 5 a 1 sarà abbastanza difficile da ribaltare nel catino del “Battaglini” sabato prossimo. Ma le Fiamme hanno più volte dimostrato che le imprese impossibili a volte proprio così non sono, così come ha dichiarato coach Pasquale Presutti al termine del match: “Sono soddisfatto di questa nostra prestazione. È destino che contro i rossoblu sia sempre battaglia fino all’ultimo secondo. Loro hanno dimostrato perché sono i primi della classe, riuscendo a giocare per lunghi tratti alla pari anche in 13 e segnando una meta in 14, ma anche noi abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti. Sabato prossimo al Battaglini ci giocheremo tutte le nostre chance, consapevoli comunque di aver già scritto la storia della nostra gloriosa società”.

Prossimo appuntamento per il XV della Polizia di Stato, sabato prossimo (23 maggio) allo stadio “Battaglini” di Rovigo per la semifinale di ritorno, sempre in diretta tv su Raisport1 dalle 18.

 

LA CRONACA
È la mischia l’arma in più delle Fiamme che nei primi dieci minuti comanda sul sintetico della caserma “Gelsomini”, ma al 13’ è il Rovigo che segna i primi punti con Roan dopo un banale errore in touche. Il sudafricano Basson trasforma ed è 0 a 7. Passano cinque minuti e Nicola Benetti accorcia le distanze dalla piazzola. Le Fiamme prendono maggiore fiducia e iniziano a limitare le incursioni avversarie rendendosi pericolose in più di un’occasione. La pressione dei padroni di casa raggiunge il culmine alla mezz’ora, quando l’arbitro Rizzo assegna una meta tecnica; Benetti trasforma e porta il XV della Polizia di Stato in vantaggio per 10 a 7, con i rossoblu in inferiorità numerica per il giallo al pilone Ravalle. Ma anche in 14 i Bersaglieri si rendono pericolosi e riescono ad andare in meta con Luciano Rodriguez al 35’ che riporta avanti i suoi 10 a 12. La prima frazione di gioco si chiude in vantaggio per i Cremisi, grazie al piede di Nicola Benetti, che centra i pali per due volte consecutive e manda le squadre negli spogliatoi sul 16 a 12.

I primi 10 minuti del secondo tempo si rivelano letali per le Fiamme: al 41’ l’arbitro chiede l’intervento del Tmo ed annulla una meta ospite per un “in avanti” di un giocatore polesano; ma i rossoblu centrano il bersaglio grosso per due volte al 46’ e al 51’ (Fiamme in inferiorità numerica per il giallo a Mirko Amenta) con Boggiani e Van Niekerk. Basson trasforma entrambe le mete e porta i suoi oltre il break sul 16 a 26. Al 54’ il Rovigo resta in 14 uomini di nuovo, ma stavolta fino alla fine del match perché Ravalle va di nuovo a sedersi sulla panca dei cattivi. Nicola Benetti mantiene ancora aperte le speranze dei Cremisi con una punizione al 55’, ma dieci minuti dopo gli ospiti centrano la quinta meta con Ferro; Basson trasforma e riporta il Rovigo oltre il break. Il finale è tutto per le Fiamme: al 77’, da un’azione nata da Daniele Forcucci, il pallone arriva nelle mani di Giuseppe Sapuppo che batte tutti in velocità e schiaccia in meta. La trasformazione di Carlo Canna, da posizione molto defilata, non va a segno e i punti di distacco tra le due squadre restano nove. In pieno recupero arriva la terza meta di Alessio Ceglie; Carlo Canna stavolta non fallisce la trasformazione e porta lo score sul 31 a 33. Ma non c’è più tempo e l’arbitro ferrarese Rizzo chiude le ostilità.

ILTABELLINO
Roma, Caserma “S. Gelsomini”, sabato 18 maggio 2015, ore18.00
Eccellenza, Semifinale di andata playoff 2014-15
Fiamme Oro Rugby v Femi-Cz Rugby Rovigo Delta 31-33 (p.t. 16-12)

Marcatori: p.t. 13’ m Roan tr Basson (0-7), 18’ cp Benetti (3-7), 31’ meta di punizione FFOO tr Benetti (10-7), 35’ m Rodriguez (10-12), 38’ cp Benetti (13-12), 40’ cp Benetti (16-12); s.t. 46’ m Boggiani tr Basson (16-19), 51’ m Van Niekerk tr Basson, (16-26), 55’ cp Benetti (19-26), 65’ m Ferro tr Basson (19-33), 77’ m Sapuppo (24-33), 80’+3 meta Ceglie tr Canna (31-33)

Fiamme Oro Rugby: Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (57’ Forcucci), Bacchetti, Canna, Benetti (65’ Marinaro), Amenta, Marazzi, Zitelli (62’ Duca), Sutto, Cazzola F. (64’ Cazzola A.), Pettinari (43’ Ceglie), Vicerè (51’ Cerqua), Cocivera (51’ Naka)
A disposizione n.e.: Thomsen
all.:Pasquale Presutti

 

Rugby Rovigo Delta:Basson, Ngawini (40’ Pozzi – temp – 69’ Balboni), Menon, Van Niekerk, Bortolussi, Rodriguez, Bronzini, Ferro (66’ De Marchi), Caffini (60’ E. Lubian – 76’ Zanini), Ruffolo, Montauriol, Boggiani (76’ Pozzi), Ravalle, Mahoney (cap.) (57’ Ceccato), Roan.
A disposizione n.e.: Farolini, Pavanello.
all.:Filippo Frati

Arbitro: Elia Rizzo (Ferrara)
Giudici di linea: Matteo Liperini (Livorno), Andrea Laurenti (Bologna)
Quarto uomo: Stefano Romani (Colleferro – Rm)
Tmo: Stefano Pennè (Casalpusterlengo – Mi)

Cartellini: giallo Ravalle 32’, giallo Amenta 43’, giallo Ravalle 54’, giallo Roan 73’
Man of the match: Edoardo Ruffolo (Rovigo)
Calciatori: FFOO: Benetti 5/5 (cp 4/4 tr 1/1), Canna 1/2 (tr 1/2); Rovigo: Basson 4/5 (tr 4/5)

Note: spettatori 1.500 ca., Man of the match premiato dal prefetto Vincenzo Panico, Capo della Segreteria del Dipartimento della PS

Punti conquistati: Fiamme Oro 1, Rugby Rovigo 5

18 maggio 2015

CristianoMorabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Semifinale playoff. La formazione delle Fiamme per il match con il Rugby Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

SEMIFINALE CAMPIONATO 2014-15
LA FORMAZIONE DELLE FIAMME PER L’ULTIMO MATCH DELLA STAGIONE AL “GELSOMINI”

Presutti: “Per noi l’approdo ai playoff, anche se è un risultato storico, non è un punto di arrivo, ma uno stimolo a fare ancora meglio”.

Massaro: “Siamo sereni, ma consapevoli di aver scritto una pagina della storia di questa società… ma di pagine bianche sul nostro libro ce ne sono ancora molte da riempire”.

 banner SEMIF

Tutto pronto a Ponte Galeria, quartier generale delle Fiamme Oro Rugby, per quella che sarà, indipendentemente dal risultato, l’ultima partita tra le mura amiche della caserma “S. Gelsomini”.

Sabato 16, alle ore 18 (diretta Raisport1), andrà in scena la semifinale di andata della fase finale del Campionato di Eccellenza 2014-15 tra il XV della Polizia di Stato e la Rugby Rovigo Delta.

I precedenti tra le due squadre sono tutti a favore dei polesani che arrivano a Roma da primi in classifica, ma le ultime prestazioni in campionato dei ragazzi di Presutti contro i rossoblu, come anche il crescendo di forma registrato dai Cremisi nella fase finale dell’ultimo campionato, lasciano aperte tutte le ipotesi di risultato finale.

A Ponte Galeria non ci si fa illusioni e si cerca di vivere la vigilia del match con la serenità di chi è consapevole di aver lavorato bene durante l’anno per giungere ai playoff, risultato storico per le Fiamme che non arrivavano tra le prime quattro classificate nella regular season da ben 42 anni (era la stagione 1972-73 e i Cremisi facevano base a Padova).

“Non partiamo sicuramente da favoriti per questa partita – ha detto coach Pasquale Presutti – ma ci siamo preparati bene e l’approdo ai playoff, per chi sospetti il contrario, non lo vediamo come un punto d’arrivo, bensì come uno stimolo a fare ancora meglio. Ce la giocheremo come sempre fino alla fine, anche perché per noi, e per me, giocare contro il Rovigo ha sempre avuto un gusto particolare. In campionato abbiamo perso entrambi gli incontri, ma a chi mi dice che non c’è due senza tre, io rispondo: speriamo di no!”.

Al coach fa eco anche il capitano cremisi, Giovanni Massaro: “Io e i ragazzi siamo sereni, ma allo stesso tempo consapevoli di aver scritto quest’anno un pezzo della storia di questa società… ma di pagine bianche sul nostro libro ce ne sono ancora molte da riempire. Durante la stagione regolare abbiamo lavorato molto bene e i risultati si sono visti. Ora, ci sentiamo pronti ad affrontare questa sfida a testa alta mostrando la nostra forza sul campo e la nostra caratteristica principale che ci ha permesso di portare a casa molti match che, invece, sembravano compromessi: noi non molliamo mai fino all’ultimo secondo di gioco”.

Poche novità nella formazione che sabato affronterà i Bersaglieri polesani, rispetto a quella vittoriosa sabato scorso a “Quaggia” di Mogliano: quello composto da Fabio Cocivera, Valerio Vicerè e Giuseppe Di Stefano sarà il terzetto di prima linea che partirà titolare, così come in seconda sarà confermata anche la coppia Michele Sutto-Filippo Cazzola; poche novità anche in terza linea dove, insieme ai due flanker Vittorio Marazzi e Matteo Zitelli, dal primo minuto ci sarà Mirko Amenta a numero 8. La regia sarà ancora affidata a Nicola Benetti e Carlo Canna, così come anche per tutta la linea dei trequarti arriva la conferma in blocco: i centri saranno il capitano Giovanni Massaro e Giuseppe Sapuppo, mentre il triangolo allargato sarà composto dalle due ali, Andrea Bacchetti e Pietro Valcastelli, e dall’estremo Guido Barion.

Arbitrerà l’incontro il ferrarese Elia Rizzo, insieme ai due giudici di linea Liperini e Laurenti, con Romani quarto uomo; Stefano Pennè sarà il Tmo.

La probabile formazione
Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro, Bacchetti, Canna, Benetti, Amenta, Marazzi, Zitelli, Sutto, F. Cazzola, Di Stefano, Vicerè, Cocivera
A disposizione: Naka, Cerqua, Pettinari, A. Cazzola, Duca, Marinaro, Forcucci, Thomsen

14 maggio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Fiamme nella storia: battono Mogliano e accedono ai playoff scudetto

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

 

FIAMME NELLA STORIA
VINCONO A MOGLIANO E ACCEDONO AI PLAYOFF SCUDETTO

Forgione: “Sono felice perché abbiamo riportato questa squadra al posto che le compete. Il merito è di tutti coloro che si dedicano anima e corpo a questo progetto e che ci hanno sempre creduto”.

Presutti: “I miei ragazzi sono stati semplicemente fantastici. Ho sempre detto che eravamo da playoff e così è stato. Ora ci aspetta una dura prova, ma si dice che l’appetito venga mangiando… e noi di fame ne abbiamo veramente tanta”.

FullSizeRender

(foto Paolo Cerino)

IL COMMENTO

Roma – Missione compiuta per le Fiamme che vincono 38 a 21 lo scontro con il Marchiol Mogliano e dopo 42 anni (stagione ’72-’73) si qualificano tra le prime quattro squadre del massimo campionato italiano di rugby.

Coach Pasquale Presutti in settimana aveva chiesto ai suoi ragazzi di non farsi impressionare dalla differenza punti in classifica con i veneti e di dimenticare la sconfitta casalinga patita in chiusura del girone di andata. E così è stato. I Cremisi sono riusciti a mantenere il controllo del match per tutti gli ottanta minuti, senza mai andare in svantaggio e conquistando quel punto bonus con la quarta meta che ha permesso al XV della Polizia di Stato di qualificarsi per le semifinali scudetto, senza dover ricorrere ai calcoli della classifica avulsa a causa della vittoria dell’altra contendente al quarto posto, il San Donà, che ha portato a casa quattro punti dallo scontro in trasferta con la Lazio.

“Cosa posso dire se non che sono felice! – ha dichiarato il presidente delle Fiamme Armando Forgione – Abbiamo riportato dopo più di quarant’anni questa squadra al posto che le compete. Uno storico risultato che è merito di tutti quelli che si dedicano anima e corpo a questo progetto e che ci hanno sempre creduto. Ora tutto quel che verrà sarà guadagnato, ma comunque consentitemi di sognare”.

Soddisfatto anche coach Pasquale Presutti: “I miei ragazzi sono stati semplicemente fantastici, ci hanno creduto fino alla fine e il risultato è arrivato. Ho sempre sostenuto che questa squadra meritasse di finire tra le prime quattro e così è stato. Ora ci aspetta una dura prova, ma possiamo affrontarla serenamente perché abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Ma chissà, si dice sempre che l’appetito venga mangiando e noi di fame ne abbiamo veramente tanta”.

Con i risultati della 18^ giornata si è definita la griglia dei playoff: le Fiamme se la vedranno con il Rovigo, che ha chiuso la regular season al primo posto, sabato 16 maggio sul sintetico della caserma “Gelsomini”, mentre il Mogliano ospiterà il Calvisano domenica 17.

 

LA CRONACA

Al 6’ è Nicola Benetti a sbloccare lo score con un calcio piazzato e, dopo cinque minuti, arriva la prima meta delle Fiamme: Pietro Valcastelli raccoglie un calcio di Benetti in area di meta schiaccia al volo. Il signor Damasco si consulta con il guardalinee e convalida: 0 a 10 con la trasformazione del mediano di mischia cremisi. Mogliano reagisce portandosi nella metà campo degli ospiti rendendosi pericoloso per alcuni minuti, ma è ancora il numero 9 delle Fiamme, oggi “man of the match” a portare avanti i suoi centrando l’acca dalla piazzola al 24’: 0 a 13. Al 33’ la maul avanzante del XV della Polizia di Stato è incontenibile e Giuseppe Di Stefano, di nuovo in campo dopo il grave infortunio che gli ha fatto saltare quasi tutto il girone di ritorno, esce dal pack e va a schiacciare. Benetti trasforma e le Fiamme sono avanti 0 a 20, punteggio con cui si chiude la prima frazione.

Al rientro in campo sono ancora gli ospiti a mantenere il pallino del gioco e dopo poco più di due minuti dalla ripresa, Nicola Benetti passa il pallone a Carlo Canna, libero da avversari, che centra i pali con un drop e fa 0 a 23. Il Mogliano non ci sta a lasciare vuota la casella dello score e inizia a premere mettendo in difficoltà le Fiamme costrette a subire nella propria metà campo in 14 a causa del cartellino giallo dato al tallonatore Valerio Vicerè. La pressione dei veneti si concretizza al 58’ quando l’arbitro Damasco assegna una meta di punizione al Mogliano: 7 a 23. La reazione degli ospiti è ancora affidata al piede di Nicola Benetti che due minuti dopo ristabilisce le distanze. È ancora il numero 9 delle Fiamme a suonare la carica e al 64’ raccoglie un pallone sul lato chiuso, da una touche, calcia lungo e batte gli avversari in velocità andando a schiacciare per il 7 a 33, dopo la trasformazione. Al 67’ i cremisi restano di nuovo in 14 e stavolta ad accomodarsi sulla panca dei cattivi è Michele Sutto. Mogliano approfitta della superiorità numerica e va in meta con Semenzato al 71’. Endrizzi trasforma e porta i suoi sul 14 a 33. Ma al 77’ arriva la quarta meta delle Fiamme: Carlo Canna riceve da Marinaro sui 5 metri e si porta via tre avversari fino alla linea di meta, dando ai cremisi la certezza dell’ingresso nei playoff. Ma il match ha ancora qualcosa da dire perché il Mogliano accorcia ancora le distanze con Filippucci che va in meta e Endrizzi trasforma per il 21 a 38 finale.

 

IL TABELLINO

 

Mogliano V.to, Stadio “Maurizio Quaggia”

Sabato 9 Maggio 2015 – ore 16,00

Campionato Italiano di Eccellenza di Rugby 2014/2015

18^ Giornata

MOGLIANO RUGBY Vs FIAMME ORO ROMA 21 – 38 (0 – 20)

Marcatori: pt.: 6′ c.p Benetti (0-3); 11′ meta Valcastelli, tr. Benetti (0-10) 24′ c.p. Benetti (0-13); 33′ meta Di Stefano F.O. tr. Benetti (0-20).

st.: 42′ Drop Canna (0-23); 58′ meta tecnica Mogliano, tr. Endrizzi (7-23); 60′ c.p. Benetti (7-26); 64′ meta Benetti, tr. Benetti (7-33); 71′ meta Semenzato tr. Endrizzi (14-33); 77′ meta Canna, non tr. Canna (14-38); 80′ meta Filippucci, tr. Endrizzi(21-38).

 

MOGLIANO RUGBY: 15 Sperandio , 14 Onori (33′ Sost. Guarducci), 13 Ceccato Enrico (64′ sost. Benvenuti), 12 Pavan, 11 Morsellino, 10 Barraud (53′ sost. Semenzato), 9 Endrizzi, 8 Cornelli (46′ sost. Filippucci), 7 Corazzi, 6 Cicchinelli, 5 Bocchi (68′ Cornelli), 4 Maso (50′ sost. Van Vuren), 3 Appiah (60′ sost. Buonfiglio), 2 Gega (60′ sost. Ferraro), 1 Ceccato Andrea ( 42′ sost. Rouyet)

a disp.: 16 Ferraro, 17 Buonfiglio, 18 Rouyet, 19 Van Vuren, 20 Filippucci, 21 Semenzato, 22 Benvenuti, 23 Guarducci

All.: Properzi, Galon

 

FIAMME ORO: 15 Barion, 14 Valcastelli, 13 Sapuppo, 12 Massaro (Cap.)(60′ sost. Forcucci), 11 Bacchetti, 10 Canna, 9 Benetti (68′ sost. Marinaro), 8 Duca (40′ sost. Amenta), 7 Marazzi, 6 Zitelli (52′ sost. Temp. Moriconi), 5 Sutto, 4 Cazzola F. (60′ sost, Cazzola A.), 3 Di Stefano (50′ sost. Ceglie) , 2 Vicerè, 1 Cocivera (45′ sost. Naka)

a disp.: 16 Moriconi, 17 Naka, 18 Ceglie, 19 Cazzola A., 20 Amenta, 21 Marinaro, 22 Thomsen, 23 Forcucci

All.: Presutti

 

arb.: Damasco (Napoli)

g.d.l.: Roscini, Russo

quarto uomo: Brescacin

 

Cartellini: 52′ giallo Vicerè, 67′ giallo Sutto

Man of the match: Benetti

Calciatori: Benetti c.p. 6/6, Canna drop 1/1, trasf. 0/1; Barraud drop 0/1; Endrizzi trasf. 3/3

 

Note: Giornata molto calda e soleggiata, terreno in perfette condizioni, spettatori circa 600

Punti conquistati: Mogliano Rugby 0 , Fiamme Oro 5

 

9 maggio 2015

 

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

18^ giornata. 80 minuti per entrare nella storia. La formazione delle Fiamme per Mogliano

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

80 MINUTI PER ENTRARE NELLA STORIA
LA FORMAZIONE PER LA TRASFERTA CON IL MOGLIANO

Presutti: “È il nostro esame di maturità e dobbiamo cercare di non rovinare quanto di buono abbiamo fatto finora”.

 MOGVFFOO

Roma – Ultimo atto della regular season al “Quaggia” di Mogliano per le Fiamme che sabato alle 16 affronteranno i veneti per staccare l’ultimo biglietto utile per i playoff (differita Raisport2 a partire dalle 17,25).

Per la squadra cremisi, che attualmente occupa la quarta piazza in classifica con 47 punti, l’imperativo è quello di chiudere gli ultimi ottanta minuti della stagione con una vittoria che metterebbe al sicuro la partecipazione alla fase conclusiva del campionato. La principale concorrente, il San Donà, quinto a quota 46, dovrà vedersela a Roma con la Lazio e non è un mistero che dalle parti di Ponte Galeria si speri in un’ottima prestazione dei “cugini” biancocelesti. Ma nella lotta per i playoff potrebbe inserirsi anche il Viadana (sesto a quota 43) che, se dovesse fare il “colpaccio” nella sfida casalinga contro il Calvisano, in caso di sconfitte senza punti di Fiamme e San Donà, potrebbe scavalcare tutti ed assicurarsi un posto al sole.

Nell’eventualità, invece, di un arrivo a pari punti, conterebbe la classifica avulsa con la somma dei punteggi negli scontri diretti e, in questo caso, le Fiamme sarebbero favorite sui “fioi” del Piave.

Dunque, ancora tutto da decidere e alla caserma “Gelsomini” i ragazzi di Pasquale Presutti sono pienamente consapevoli dell’impegno che li attende contro una squadra mai battuta finora, una delle uniche tre insieme a Rovigo e Calvisano contro cui le Fiamme sono uscite sconfitte da Ponte Galeria in questa stagione, ma sono altrettanto consci del fatto che l’approdo ai playoff sarebbe un risultato storico per la compagine della Polizia di Stato.

“Siamo arrivati al dunque – ha dichiarato coach Presutti – e la prova che ci aspetta è quella della maturità. Dobbiamo cercare di non rovinare quanto di buono abbiamo fatto finora, anche perché il traguardo, come ho detto più volte, è pienamente alla nostra portata. Scenderemo in campo dando il massimo senza darci mai per vinti, così come abbiamo fatto nell’ultima partita con il Rovigo”.

Pochi cambi nella formazione che affronterà il Mogliano rispetto al XV che due sabati fa aveva giocato con il Rovigo: torna Giuseppe Di Stefano, pienamente recuperato dall’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per gran parte della stagione, che insieme a Fabio Cocivera e Valerio Vicerè comporrà il terzetto delle prime linee; in seconda ancora la coppia Michele Sutto-Filippo Cazzola, mentre in terza i flanker saranno Matteo Zitelli e Vittorio Marazzi, con Gianmarco Duca dal primo minuto in campo con la maglia numero 8; nessun cambiamento in regia dove i due mediani saranno ancora Nicola Benetti e la “neo Zebra” Carlo Canna; un cambio al centro dove capitan Giovanni Massaro troverà al suo fianco Giuseppe Sapuppo, che rileva l’infortunato Shayne Anderson; infine il triangolo allargato che sarà composto dalle due ali, Andrea Bacchetti e Pietro Valcastelli, e dall’estremo Guido Barion. Alcuni dubbi per la panchina che verranno sciolti venerdì dopo l’ultimo allenamento di rifinitura, dove siederanno Laert Naka, Giuseppe Cerqua (in ballottaggio con Alain Moriconi), Alessio Ceglie (con Mirko Pettinari pronto a rilevarlo), Alberto Cazzola, Andrea Balsemin (o Mirko Amenta), Simone Marinaro, Martin Thomsen e Daniele Forcucci.

L’incontro, con inizio alle 16,00, sarà arbitrato da Carlo Damasco.

La probabile formazione
Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (cap.), Bacchetti, Canna, Benetti, Duca, Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F., Di Stefano, Vicerè, Cocivera
A disposizione: Naka, Cerqua (Moriconi), Ceglie, Cazzola A., Balsemin (Amenta), Marinaro, Thomsen, Forcucci

8 maggio 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Le Zebre si tingono un po’ di cremisi. Carlo Canna dalla prossima stagione al XV del Nordovest

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

LE ZEBRE SI TINGONO UN PO’ DI CREMISI
CARLO CANNA AL XV DEL NORDOVEST NELLA STAGIONE 2015-2016

Carlo Canna, apertura delle Fiamme (ph. Flavia Conforti)

Carlo Canna, apertura delle Fiamme (ph. Flavia Conforti)

Roma – Le Fiamme Oro Rugby annunciano di aver raggiunto un accordo per il passaggio di un proprio giocatore alle Zebre Rugby.

Si tratta del mediano di apertura Carlo Canna che, nella stagione 2015-2016 del Guinness PRO12, vestirà la maglia bianconera del XV del Nord Ovest.

Carlo Canna, nato a Benevento il 25 agosto del 1992, è da tre stagioni alle Fiamme Oro ed ha esordito proprio in occasione prima partita delle Fiamme nel massimo campionato italiano, segnando tra l’altro la prima meta in assoluto dei Cremisi in Eccellenza, nella stagione 2012-2013.

“Se ne parlava da molto tempo dell’interessamento per il nostro giocatore da parte della franchigia federale – ha dichiarato il presidente delle Fiamme, Armando Forgione – e oggi posso annunciare che l’accordo è stato raggiunto ufficialmente. Questa è un’ulteriore dimostrazione del lavoro che stiamo facendo con la nostra società sulla crescita dei giovani e Carlo Canna è un giocatore dal talento indiscusso, cresciuto molto da quando è arrivato da noi, ma soprattutto è un mediano d’apertura italiano. Questo ritengo sia un valore aggiunto non da poco. Gli auguro che la nuova avventura che andrà ad iniziare possa farlo maturare ancora di più”.

Carlo Canna, dopo Luca Martinelli, è il secondo giocatore delle Fiamme Oro ad essere ingaggiato dalle Zebre Rugby: Nicola Benetti, Michele Sutto, Laert Naka e Lorenzo Favaro nelle ultime due stagioni avevano infatti avuto l’onore di essere chiamati a Parma come permit players durante le finestre internazionali.

Scheda del giocatore
Nome: Carlo
Cognome: Canna
Nato a: Benevento
Il 25/08/1992
Altezza: 190
Peso: 93
Ruolo: mediano d’apertura
Honours: Italia Emergenti
Club precedenti: Rugby Benevento, Fiamme Oro Rugby

28 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Raduno Italseven, convocati Marcello De Gaspari e Simone Marinaro

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

 ITALSEVEN, CONVOCAZIONE PER MARCELLO DE GASPARI E SIMONE MARINARO

MARCELLO-DE-GASPARI-SIMONE-MARINARO

Marcello De Gaspari e Simone Marinaro

 

Roma – Sono 17 i giocatori convocati dal responsabile tecnico della Nazionale 7s maschile, Andy Vilk, per il raduno di preparazione all’attività internazionale.

Dal 28 al 30 aprile, presso il Centro di preparazione olimpica “Giulio Onesti” di Roma, ci saranno anche due giocatori delle Fiamme Oro Rugby: l’ala Marcello De Gaspari e il mediano di mischia Simone Marinaro

28 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

17^ di Eccellenza. Nonostante la sconfitta 29 a 34 con il Rovigo, le Fiamme restano in zona playoff

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

17^ GIORNATA ECCELLENZA
LE FIAMME, NONOSTANTE LA SCONFITTA CON ROVIGO,
CONQUISTANO DUE PUNTI RESTANDO IN PIENA ZONA PLAYOFF

 Presutti: “Siamo ancora qua. Nonostante la sconfitta abbiamo dimostrato la natura di questa squadra che non molla mai. I playoff sono pienamente alla nostra portata e noi vogliamo arrivarci, anche perché penso che ce li meritiamo”.

IMG_2827

(ph. Flavia Conforti)

IL COMMENTO
Roma – Nonostante la sconfitta di oggi con il Rovigo, il XV della Polizia di Stato conquista due punti d’oro che, a ottanta minuti dalla fine della “regular season”, gli permettono di conservare il quarto posto in classifica con una lunghezza di vantaggio sui diretti inseguitori del Lafert San Donà.

Quella di oggi sul sintetico della caserma “Gelsomini” di Ponte Galeria è stata una partita che i ragazzi di Pasquale Presutti hanno giocato per lunghi tratti alla pari con la prima della classe che ha saputo approfittare di alcuni errori dei Cremisi per capitalizzare al massimo.

Ma le Fiamme hanno saputo rispondere colpo su colpo ai Bersaglieri veneti, mettendo in evidenza la propria caratteristica principale, ossia quella di essere una squadra coriacea e che fino all’ultimo pallone giocabile resta incollata agli avversari senza mai mollare. Resta un po’ l’amaro in bocca per i cinque minuti di follia in apertura della seconda frazione di gioco che hanno permesso agli ospiti di andare in meta per ben due volte.

“Noi ci siamo ancora – ha dichiarato coach Pasquale Presutti – e intendiamo mantenere questa posizione fino alla fine. Oggi, una volta di più, abbiamo dimostrato che contro di noi e a casa nostra non è facile per nessuno far punti. Certo, alcuni nostri errori, soprattutto all’inizio del secondo tempo, hanno condizionato molto l’andamento del match. Ma abbiamo saputo reagire bene di fronte alla squadra, lo dice la classifica, più forte del campionato. Ora ci giocheremo le nostre chance tra due settimane a Mogliano. Sarà dura, ma so che i miei ragazzi sapranno mettercela tutta perché vogliamo arrivare ai playoff. Ce lo meritiamo senza ombra di dubbio”.

La sconfitta casalinga patita oggi dal Petrarca con la Lazio riduce a tre le concorrenti per la quarta piazza e tutto si giocherà nell’ultima giornata del 9 maggio prossimo, con le Fiamme che faranno visita al Mogliano, ormai matematicamente terzo, il San Donà, distanziato dai Cremisi di una sola lunghezza, che sarà ospite della Lazio e il Viadana, a meno quattro dal XV della Polizia di Stato, che se la vedrà in casa con il Calvisano.

LA CRONACA
Pronti, via e dopo neanche trenta secondi di gioco Giuseppe Cerqua intercetta una touche del Rovigo e schiaccia in meta. La risposta rossoblu arriva al 3’ con Billy Ngawini che semina il panico tra le maglie della difesa cremisi, passa il pallone a Bortolussi che porta lo score di nuovo in pareggio: 7 a 7 dopo la trasformazione di Basson. L’estremo sudafricano del Rovigo al 9’ porta avanti i Bersaglieri dalla piazzola, ma al 22’ ci pensa Nicola Benetti, sempre su calcio da fermo, a riportare il punteggio in parità: 10 a 10. Al 27’ sull’up and under del mediano di mischia delle Fiamme si avventa Rodriguez, che però scivola e ne approfitta Guido Barion che vola in meta tuffandosi tra i pali. La trasformazione di Benetti porta avanti 17 a 10 i padroni di casa. È il momento migliore per i Cremisi, costantemente in attacco nei 22 rodigini, ma al 30’, dopo una lunga serie di pick and go sulla linea di meta degli ospiti, le Fiamme perdono palla e, con un coast to coast in tre contro due e tre passaggi “calcistici”, il Rovigo va di nuovo in meta con Steven Bortolussi. La trasformazione di Basson riporta le sorti del match in parità: 17 a 17. Al 34’ Nicola Benetti ha sul piede il pallone del sorpasso, ma non centra i pali e la prima frazione di gioco si chiude con un pareggio.

A rompere l’equilibrio ci pensano i rossoblu all’inizio del secondo tempo, complici anche cinque minuti di vera e propria follia delle Fiamme: al 42’ e al 44’ gli ospiti vanno in meta per ben due volte, prima con Van Niekerk e poi con Rodriguez. Basson trasforma entrambi i calci addizionali e porta i suoi sul 17 a 31. Coach Presutti corre ai ripari ed effettua ben sei cambi. Le forze fresche in campo portano subito buoni frutti e le Fiamme ricominciano a macinare gioco mettendo in difficoltà gli avversari che al 56’ e al 61’ subiscono due espulsioni temporanee e Montauriol e Zanini vanno a sedersi sulla panca dei cattivi. Un minuto dopo arriva la terza meta per i padroni di casa con la rolling maul e Gianmarco Duca che schiaccia e fa 22 a 31. Anche Filippo Frati mette forze fresche in campo e il Rovigo allunga di nuovo con Stefan Basson che centra i pali con un drop. Gli ultimi minuti sono un vero e proprio “assalto a Fort Apache” con le Fiamme alla ricerca della quarta meta che permetterebbe di conquistare sia il bonus mete che quello difensivo. I sette punti arrivano allo scadere, con l’arbitro Blessano che assegna una meta di punizione ai Cremisi e Carlo Canna che centra i pali per il 29 a 34 finale.

IL TABELLINO
Roma, caserma “S. Gelsomini”, 29 marzo 2015
17^ giornata Campionato nazionale di Eccellenza 2014-2015
FIAMME ORO RUGBY vs FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA 29-34 (17-17)

Marcatori: 1’ m. Cerqua tr. Benetti (7-0), 3’ m. Bortolussi tr. Basson (7-7), 9’ cp Basson (7-10), 22’ cp Benetti (10-10), 27’ m. Barion tr Benetti (17-10), 30’ m Bortolussi tr Basson (17-17); 42’ m Van Niekerk tr. Basson (17-24), 44’ m Rodriguez tr Basson (17-31); 62’ m Duca (22-31), 71’ drop Basson (22-34), 80’ meta di punizione FOR tr. Canna (29-34)

Fiamme Oro Rugby: Barion, De Gaspari (80’ Di Massimo), Anderson, Massaro (cap) (45’ Sapuppo), Bacchetti, Canna, Benetti (53’ Marinaro), Amenta (53’ Duca), Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F. (45’ Cazzola A.), Ceglie (66’ Pettinari), Cerqua (53’ Vicerè), Cocivera (53’ Naka)
all. Pasquale Presutti

Rugby Rovigo: Basson, Ngawini, Menon, Van Niekerk, Bortolussi, Rodriguez, Bronzini, De Marchi (70’ Ferro), Lubian, Caffini, Montauriol, Maran (41’ Zanini), Ravalle (32’ Roan), Mahoney (70’ Balboni), Quaglio (45’ Pozzi)
A disposizione non entrati: Riedo, Farolini, Pavanello,
All. Filippo Frati

Arbitro: Blessano (Treviso)
Gdl: Passacantando (L’Aquila), Pier’Antoni (Colleferro)
Quarto uomo: Romani (Colleferro)

Cartellini: 56’ giallo Montauriol (RRD), 61’ giallo Zanini (RRD)
Man of the match: Fabio Cocivera (FOR)

Calciatori:
Fiamme Oro: Benetti 3/5 (cp 1/3, tr 2/2); Canna 1/2 (tr. 1/2)
Rovigo: Basson 6/6 (cp 1/1, tr 4/4, dp 1/1)

Punti conquistati: Fiamme Oro 2, Rovigo 5

Note: 1.100 spettatori ca, in tribuna il manager della Nazionale italiana Luigi Troiani e il CT della Nazionale Jacques Brunel che ha premiato il man of the match

25 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

Preview 17^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme per fermare la corsa dei Bersaglieri

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW XVII GIORNATA
ULTIMA IN CASA PER LE FIAMME
LA FORMAZIONE PER FERMARE LA CORSA DEI BERSAGLIERI

Forgione: “Si dice che il nostro gioco non sia particolarmente spettacolare, ma ci ha permesso di arrivare fin qui e di vincere un Trofeo Eccellenza lo scorso anno”

Presutti: “Meritiamo di essere in questa posizione. Il quarto posto lo vogliamo fortemente e siamo intenzionati a batterci fino all’ultimo per tenercelo stretto”

FFOOVROV

Roma – Ultima partita casalinga per le Fiamme che sabato 25 dalle 16 se la vedranno con i primi della classe della Femi-Cz Rugby Rovigo Delta, per la 17^ giornata del Campionato nazionale di Eccellenza.

Un match chiave per le ambizioni playoff dei ragazzi allenati da Pasquale Presutti che sono chiamati ad una prova maiuscola per non perdere il contatto con la zona calda della classifica. Mancano 160 minuti alla fine della “regular season” e i giochi sono ancora aperti per le prime due posizioni e per l’ultima squadra che potrà accedere alla fase finale, con il Mogliano invece saldamente ancorato alla terza posizione. Il risultato finale della partita con i Bersaglieri sarà fondamentale affinché le Fiamme non perdano terreno in favore dei diretti concorrenti al quarto posto, primo tra tutti il San Donà, sul quale i Cremisi sono in vantaggio di quattro punti, seguito dal Viadana a meno 7 e dal Petrarca distanziato di otto lunghezze, ma ancora matematicamente in corsa.

Di contro, anche per i polesani la partita di sabato potrebbe risultare di primaria importanza per mantenere la prima piazza, che permetterebbe di giocare un’eventuale finale scudetto al “Battaglini”.

Una sfida che nella storia delle due squadre ha sempre avuto un gusto particolare e che nella settimana che ha preceduto il match ha movimentato la stampa polesana: “Ho letto alcune dichiarazioni sui giornali rodigini rilasciate da tesserati della Rugby Rovigo riguardo il nostro modo di giocare che non sarebbe particolarmente spettacolare – ha dichiarato il presidente della squadra Armando Forgione – e mi è tornata in mente la finale dello scorso anno al Battaglini. Evidentemente è una ferita ancora aperta per i rossoblu”.

Sarà anche una sorta di derby per i molti rodigini che attualmente militano nelle Fiamme e che in passato hanno vestito anche la maglia dei Bersaglieri, come Andrea Bacchetti, Guido Barion, Marcello De Gaspari.

Dopo le vittorie ottenute in casa con il San Donà e in trasferta a Viadana, il morale dei Cremisi è alto e a Ponte Galeria c’è la consapevolezza che si possa arrivare in alto, così come dichiara anche coach Pasquale Presutti: “Siamo arrivati al dunque e quella di sabato sarà la penultima ‘finale’ che dovremo giocare per garantirci un posto al sole. È inutile che ci nascondiamo: noi questo quarto posto lo vogliamo fortemente e, come abbiamo dimostrato anche a Viadana, siamo intenzionati a batterci fino all’ultimo secondo per tenercelo stretto. Certo, giocheremo contro la prima in classifica che occupa quella posizione non per un caso, ma perché durante l’arco della stagione ha dimostrato di meritarselo. Ma anche noi meritiamo il posto che occupiamo”.

Per il match con i Bersaglieri, coach Presutti intende mantenere più o meno invariata la formazione che ha disputato il secondo tempo a Viadana. In prima linea confermato il terzetto formato da Fabio Cocivera, Giuseppe Cerqua e Alessio Ceglie; seconda linea invariata con Filippo Cazzola e Michele Sutto, così come la terza che sarà composta dai due flanker Vittorio Marazzi e Matteo Zitelli, e Mirko Amenta a chiudere il pack. Carlo Canna torna a vestire la maglia numero 10 dal primo minuto, mentre Nicola Benetti sarà ancora il mediano di mischia titolare. Invariata anche la coppia di centri formata dal neozelandese Shayne Anderson e dal capitano Giovanni Massaro, mentre il triangolo allargato sarà tutto di marca rodigina: le due ali Andrea Bacchetti e Marcello De Gaspari, con Guido Barion di nuovo in campo da titolare in posizione di estremo.

La direzione di gara sarà affidata all’arbitro trevigiano Claudio Blessano

La probabile formazione
Barion, De Gaspari, Anderson, Massaro, Bacchetti, Canna, Benetti, Amenta, Zitelli, Marazzi, Sutto, Cazzola F., Ceglie, Cerqua, Cocivera
A disposizione: Pettinari, Naka, Vicerè (Lombardo), Cazzola A., Duca, Marinaro, Thomsen, Sapuppo

24 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

16^ di Eccellenza. A Viadana le Fiamme si impongono 23 a 21 all’ultimo minuto

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

XVI GIORNATA DI ECCELLENZA
LE FIAMME ESPUGNANO LO “ZAFFANELLA” BATTENDO VIADANA 23 A 21

Presutti: “Avevo chiesto ai miei ragazzi di dimostrare di che pasta fosse fatta questa squadra e loro hanno saputo rispondere sul campo. Una vittoria importante per noi, ma restiamo con i piedi per terra perché i prossimi appuntamenti saranno particolarmente impegnativi”

Amadasi

(Foto DUKE)

 

IL COMMENTO

Viadana (MN) – Seconda vittoria consecutiva per le Fiamme che battendo 23 a 21 il Viadana portano a casa quattro punti che valgono la quarta piazza in solitaria.

Quella dello “Zaffanella” è stata una partita poco adatta a chi ha le coronarie deboli e che a molti ha ricordato la vittoria nel Trofeo Eccellenza dello scorso anno: quattro minuti decisivi, quelli finali, in cui le Fiamme, anche in inferiorità numerica, hanno saputo far valere una maggiore solidità mentale e, soprattutto, la caratteristica principale del team cremisi, ossia quella di non darsi mai per vinto fino all’ultimo secondo di gioco.

La giornata non sembrava delle migliori per il XV della Polizia di Stato che, sebbene fosse passato per primo in vantaggio, nella prima frazione di gioco subiva molto il gioco dei padroni di casa e commetteva numerosi errori soprattutto nelle rimesse laterali, pur mostrando un’ottima e solida difesa. Ma quando tutto sembrava perduto, il cuore e la voglia di vincere dei Cremisi salivano in cattedra riuscendo a conquistare quattro preziosi punti in chiave playoff.

Complice anche la sconfitta casalinga patita ieri dal San Donà, le Fiamme sono da sole in quarta posizione con 45 punti, quattro di vantaggio sui veneti del Piave e sette sul Viadana, con il Petrarca a otto lunghezze.

“Cosa si può dire dopo vittorie come queste se non che i miei ragazzi sono stati grandi? – ha detto coach Pasquale Presutti – In settimana gli avevo chiesto di dimostrare di che pasta fosse fatta questa squadra e loro hanno risposto nel migliore dei modi sul campo, non mollando mai l’osso fino all’ultimo respiro. Abbiamo vinto una gran partita, contro un avversario difficile, forte e che aveva le nostre stesse motivazioni. Ma restiamo con i piedi per terra, perché il cammino è ancora lungo e gli appuntamenti che ci aspettano sono particolarmente impegnativi”.

Sono solamente due le giornate alla fine del campionato e per le Fiamme gli impegni si chiamano Rovigo (il 25 aprile sul sintetico di Ponte Galeria) e Mogliano.


LA CRONACA
Il Viadana inizia di gran carriera e dopo tre minuti solo un intercetto di Carlo Canna riesce ad evitare la meta dei padroni di casa che mantengono alto il ritmo del gioco, costringendo le Fiamme nella propria metà campo. L’eccessiva intensità del gioco, però, fa incappare i gialloneri in falli per indisciplina: al 9’ Nicola Benetti centra i pali dalla piazzola e porta le Fiamme in vantaggio. Ma è sempre il Viadana a comandare e, quando può calciare da fermo, preferisce andare in touche per puntare al bersaglio grosso. Ma la seconda marcatura, dopo quasi mezz’ora di gioco a ritmo particolarmente sostenuto, arriva ancora dal piede del mediano di mischia cremisi che guadagna altri tre punti. La pressione costante dei padroni di casa dà i suoi frutti al 32’ quando Mc Kinley, dopo una lunga serie di pick and go sui cinque metri, esce dal gruppo e schiaccia in meta. Il numero 10 del Viadana si incarica anche della trasformazione e porta i suoi in vantaggio 7 a 6. Passano solo quattro minuti e i gialloneri sono di nuovo oltre la linea di meta delle Fiamme con Amadasi che raccoglie un calcio e segna sul lato sinistro del campo. Mc Kinley trasforma di nuovo e fa 14 a 6. Allo scadere del primo tempo Nicola Benetti ha l’occasione, sempre dalla piazzola, per ridurre il divario, ma dopo due difficili calci messi a segno fallisce da posizione centrale.

Il numero 9 cremisi apre le danze nella seconda frazione di gioco e centra l’acca al 49’ per il momentaneo 14 a 9. Coach Presutti cambia la cabina di regia delle Fiamme, con l’ingresso in campo di Guido Barion che rileva Martin Thomsen e sposta Carlo Canna all’apertura. La mossa non sembra ancora dare i propri frutti, perché al 60’ il Viadana segna la terza meta con Buondonno che scappa alla difesa delle Fiamme. Mc Kinley trasforma ancora e i mantovani conducono 21 a 9. Sembra che oramai la partita sia segnata, ma il XV della Polizia di Stato inizia a macinare gioco, prendendo le redini del match. Gli ultimi minuti sono di quelli che non si dimenticano: al 75’, da una lunga azione alla mano, nasce la meta di Andrea Bacchetti che torna a segnare dopo un lungo digiuno e a tempo quasi scaduto, con le Fiamme in inferiorità numerica per il cartellino giallo a Giuseppe Sapuppo, Simone Marinaro si impossessa del pallone e batte tutti in velocità andando a schiacciare in meta. La trasformazione di Carlo Canna sancisce la vittoria delle Fiamme: 23 a 21.


IL TABELLINO

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – Domenica 12 aprile 2015
Campionato Eccellenza, XVI giornata – DIRETTA RAI Sport 15:15

RUGBY VIADANA 1970 v s FIAMME ORO RUGBY: 21 – 23 (pt: 14-6)

Marcatori: p.t.
: 9’ cp Benetti, 29’ cp Benetti, 32’ m. McKinley tr. McKinley, 36’ m. Amadasi tr. McKinley; st.: 9’ cp Benetti, 20’ m. Buondonno tr. McKinley, 35’ m. Bacchetti tr. Canna, 39’ meta Marinaro tr. Canna

Rugby Viadana 1970: Keanu Apperley; Buondonno, Pavan (33’ st Manganiello), Quartaroli, Amadasi (32’ st Gennari); McKinley, Khyam Apperley (33’ st Righi Riva); Whitaker, Andrea Denti (23’ st Monfrino), Barbieri; Ruzza, Pascu (16’ st Gerosa); Gamboa (16’st Cavallero) , Santamaria (cap) (33’ st Antonio Denti), Cenedese (8’ st Traore).
A disp.: Antonio Denti, Cavallero, Traore, Gerosa, Monfrino, Righi Riva, Manganiello, Gennari
All.: Sue

Fiamme Oro Rugby: Canna; Valcastelli, Anderson, Massaro (cap) (30’ st Sapuppo), Bacchetti; Thomsen (12’ st Barion), Benetti (29’ st Marinaro); Amenta (22’ st Duca), Marazzi, Zitelli; Sutto, F. Cazzola (22’ st A. Cazzola); Ceglie (27’ st Pettinari), Cerqua, Cocivera (19’ st Naka).
A disp.: Lombardo, Naka, Pettinari, A. Cazzola, Duca, Marinaro, Sapuppo, Barion.
all. Presutti

Arbitro: Damasco (Napoli)
g.d.l. Rizzo di Ferrara e Laurenti di Bologna
quarto uomo: Masetti di Arezzo

Cartellini: 37’ st (G) Sapuppo,
Man of the match:  Carlo Canna (FFOO)
Calciatori: McKinley 3 su 3 (6 pt), (Rugby Viadana 1970), Benetti 3 su 4 (9 pt), Canna 2 su 2 (4 pt) (Fiamme Oro);
Note: campo in ottime condizioni, giornata calda. Spettatori: 1.100 circa.
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 1, Fiamme Oro 4.

12 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Preview 16^ giornata. Il XV delle Fiamme per la trasferta a Viadana. Diretta Raisport1 domenica 12 dalle ore 15

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW XVI DI ECCELLENZA
LA FORMAZIONE DELLE FIAMME CHE DOMENICA AFFRONTERA’ IL VIADANA
DIRETTA TV SU RAISPORT1 DALLE 15

Presutti: “Le ultime tre partite che ci aspettano le consideriamo come tre finali da giocare lottando fino all’ultimo secondo”.

FORVVIA

(foto del match di andata. Ph. Flavia Conforti)

 

Roma – Superato l’esame-San Donà, sulla strada che porta ai playoff per le Fiamme arriva un altro difficile ostacolo da superare. Nel posticipo televisivo di domenica 12 aprile (Raisport1 dalle 15,00) il XV della Polizia di Stato sarà di scena allo “Zaffanella” contro il Rugby Viadana.

All’andata, sul sintetico di Ponte Galeria, finì con un rotondo 45 a 27 per i padroni di casa, ma al quartier generale cremisi c’è la convinzione che domenica non sarà semplice portare via punti alla squadra mantovana.

I gialloneri di Regan Sue sono in piena corsa playoff, a quattro punti dalla quarta piazza occupata attualmente dalle Fiamme a quota 41. Partita chiave, quindi, per i Cremisi che a tre giornate dalla fine della “regular season” possono ambire al quarto posto, anche se con un calendario più difficile rispetto alle concorrenti San Donà e Viadana.

Dunque, massima attenzione per i ragazzi di Pasquale Presutti, ma anche un occhio agli incontri del sabato dove spicca un San Donà-Petrarca il cui risultato potrebbe pesare non poco sul posticipo domenicale.

“Tre finali, così considero queste ultime tre partite che ci aspettano – ha detto coach Pasquale Presutti – e come tali dovremo giocarle, scendendo in campo per lottare fino all’ultimo secondo di gioco. La squadra che incontreremo domenica non sarà la stessa che abbiamo battuto all’andata, perché da allora è cresciuta molto, è in piena corsa insieme a noi e al San Donà per un posto tra le prime quattro e, sicuramente, non vorrà farsi sfuggire l’occasione di allungare il passo in classifica. Per noi sarà fondamentale l’attenzione che dovrà restare costante per tutta la partita. Non possiamo permetterci di concedere ai nostri avversari occasioni per colpirci”.

Questa la formazione che scenderà in campo domenica allo “Zaffanella”: prima linea appannaggio dei due piloni Fabio Cocivera e Alessio Ceglie, con Giuseppe Cerqua tallonatore in campo dal primo minuto a sostituire l’infortunato Valerio Vicerè; in seconda la coppia formata da Filippo Cazzola e Michele Sutto, mentre in terza rientra dopo una lunga assenza Vittorio Marazzi, confermati invece l’altro flanker Matteo Zitelli e il numero 8 Mirko Amenta. Conferme arrivano anche dalla cabina di regia che sarà occupata da Nicola Benetti e dal mediano di apertura sudafricano Martin Thomsen. Capitan Giovanni Massaro e il neozelandese Shayne Anderson saranno i due centri titolari, ma le novità principali arrivano dal triangolo allargato con il rientro in formazione titolare di Andrea Bacchetti e Pietro Valcastelli, che sostituisce l’infortunato Michele Sepe, e Carlo Canna schierato ancora in posizione di estremo.

L’incontro sarà arbitrato dal fischietto napoletano Carlo Damasco.

La probabile formazione
Canna, Valcastelli, Anderson, Massaro (cap), Bacchetti, Thomsen, Benetti, Amenta, Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F., Ceglie, Cerqua, Cocivera
A disposizione: Naka, Lombardo (Moriconi), Pettinari, Cazzola A., Balsemin (Duca), Marinaro, Sapuppo (Di Massimo), Barion

11 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio  Stampa Fiamme Oro Rugby

Slideshow

Campionato Eccellenza 2014/2015

Campionato Eccellenza 2014/2015

Ultimo incontro

Marchiol MoglianoFiamme Oro Rugby

21 - 40

18. Giornata

Campionato Eccellenza 2014/2015

Classifica

Pos   Squadra G. Pti
1 Rugby Rovigo Delta 18 76
2 Cammi Calvisano 18 72
3 Marchiol Mogliano 18 60
4 Fiamme Oro Rugby 18 52
5 Rugby San Donà 18 50
6 Rugby Viadana 18 46
7 Petrarca Padova 18 43
8 Lazio Rugby 1927 18 32
9 L'Aquila Rugby Club 18 10
10 I Cavalieri Prato 18 -3