CONOSCIAMO MEGLIO IL SETTORE GIOVANILE…5 DOMANDE A…(9a puntata)

CONOSCIAMO MEGLIO IL SETTORE GIOVANILE...5 DOMANDE A...(9a puntata)

Questo nono appuntamento con il Settore Giovanile, solitamente pubblicato durante la settimana tra il giovedì ed il venerdì, esce con un ritardo voluto. Non sappiamo, infatti, quanto il nostro intervistato possa essere superstizioso o scaramantico di sicuro è ...un uomo del Sud e noi, per non sbagliare,  abbiamo, quindi,  puntato su un classico..."Non è vero ma ci credo!" Non volevamo, in ...

Leggi Tutto...

UNDER 18 – Vittoria…a tavolino.

UNDER 18 - Vittoria...a tavolino.

"Dalla meta mai non toglier gli occhi"Alessandro Manzoni "In morte di Carlo Imbonati" COMMENTO - Una giornata, la terza e ultima di questo girone di andata, che ci ha visto vincere senza ...poter combattere. La Società Colleferro Rugby 1965, infatti, ha rinunciato, con comunicazione ufficiale del Comitato Regionale giunta presso la nostra sede nel tardo pomeriggio di ieri, alla gara Under 18 ...

Leggi Tutto...

PHOTOGALLERY RUGBY DAY RENATO GAMBONI II EDITION

PHOTOGALLERY RUGBY DAY RENATO GAMBONI II EDITION

        26 aprile  2015 Ufficio Stampa Settore Giovanile

Leggi Tutto...

17^ di Eccellenza. Nonostante la sconfitta 29 a 34 con il Rovigo, le Fiamme restano in zona playoff

17^ di Eccellenza. Nonostante la sconfitta 29 a 34 con il Rovigo, le Fiamme restano in zona playoff

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY 17^ GIORNATA ECCELLENZA LE FIAMME, NONOSTANTE LA SCONFITTA CON ROVIGO, CONQUISTANO DUE PUNTI RESTANDO IN PIENA ZONA PLAYOFF  Presutti: “Siamo ancora qua. Nonostante la sconfitta abbiamo dimostrato la natura di questa squadra che non molla mai. I playoff sono pienamente alla nostra portata e noi vogliamo arrivarci, anche perché penso che ce li meritiamo”. IL ...

Leggi Tutto...

RUGBY DAY RENATO GAMBONI UNA MANIFESTAZIONE RIUSCITA

RUGBY DAY RENATO GAMBONI UNA MANIFESTAZIONE RIUSCITA

Il Rugby Day "Renato Gamboni", istituito per la prima volta lo scorso anno, è per il Settore Giovanile delle Fiamme Oro Rugby un appuntamento clou della stagione primaverile. In questa giornata dedicata al rugby si ricorda, infatti, Renato Gamboni un uomo, o meglio un rugbyman come direbbero gli inglesi, che tanto ha fatto per lo sviluppo del movimento rugbistico ...

Leggi Tutto...

Preview 17^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme per fermare la corsa dei Bersaglieri

Preview 17^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme per fermare la corsa dei Bersaglieri

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY PREVIEW XVII GIORNATA ULTIMA IN CASA PER LE FIAMME LA FORMAZIONE PER FERMARE LA CORSA DEI BERSAGLIERI Forgione: “Si dice che il nostro gioco non sia particolarmente spettacolare, ma ci ha permesso di arrivare fin qui e di vincere un Trofeo Eccellenza lo scorso anno” Presutti: “Meritiamo di essere in questa posizione. Il quarto posto lo ...

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

SETTORE GIOVANILE - APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

APPUNTAMENTI DEL 25- 26 APRILE 2015 SABATO 25 APRILE 2015 DALLE ORE 10:00 PRESSO LA CASERMA "S. GELSOMINI" IN VIA PORTUENSE, 1680 ROMA RUGBY DAY RENATO GAMBONI SECONDA EDIZIONE UNDER 18 Domenica 26 aprile 2015 ore 12:00 campo "Gelsomini" Via Portuense, 1680 Roma III GIORNATA GIRONE DI QUALIFICAZIONE ALLE SEMIFINALI TROFEO INTERREGIONALE NRR FIAMME ORO J vs COLLEFERRO RUGBY 1965 Arbitro: Sig.  UNDER 16 ULTIMA DI CAMPIONATO ELITE Domenica 26 ...

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – AVVISO

SETTORE GIOVANILE - AVVISO

AVVISO Si avvisano i sigg. genitori che, in previsione della Seconda Edizione del Rugby Day "Renato Gamboni" del 25 aprile e delle prossime partenze dei piccoli atleti per i Tornei di Primavera,  gli allenamenti del settore Minirugby (dall'Under 6 all'Under 12) saranno sospesi nelle seguenti giornate sabato 25 aprile 2015 (Rugby Day "Renato Gamboni II Ed.) sabato 2 maggio 2015 (Torneo "Valle" - Imperia) sabato ...

Leggi Tutto...

RUGBY DAY RENATO GAMBONI TRE GIORNI AL VIA

RUGBY DAY RENATO GAMBONI TRE GIORNI AL VIA

IL COUNTDOWN E' GIUNTO A - 3 clicca sull'immagine RICORDATE SABATO 25 APRILE 2015 DALLE ORE 10:00 PRESSO LA CASERMA "S. GELSOMINI" VIA PORTUENSE, 1680 ROMA 22 aprile 2015 Ufficio Stampa Settore Giovanile

Leggi Tutto...

17^ di Eccellenza. Nonostante la sconfitta 29 a 34 con il Rovigo, le Fiamme restano in zona playoff

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

17^ GIORNATA ECCELLENZA
LE FIAMME, NONOSTANTE LA SCONFITTA CON ROVIGO,
CONQUISTANO DUE PUNTI RESTANDO IN PIENA ZONA PLAYOFF

 Presutti: “Siamo ancora qua. Nonostante la sconfitta abbiamo dimostrato la natura di questa squadra che non molla mai. I playoff sono pienamente alla nostra portata e noi vogliamo arrivarci, anche perché penso che ce li meritiamo”.

IMG_2827

(ph. Flavia Conforti)

IL COMMENTO
Roma – Nonostante la sconfitta di oggi con il Rovigo, il XV della Polizia di Stato conquista due punti d’oro che, a ottanta minuti dalla fine della “regular season”, gli permettono di conservare il quarto posto in classifica con una lunghezza di vantaggio sui diretti inseguitori del Lafert San Donà.

Quella di oggi sul sintetico della caserma “Gelsomini” di Ponte Galeria è stata una partita che i ragazzi di Pasquale Presutti hanno giocato per lunghi tratti alla pari con la prima della classe che ha saputo approfittare di alcuni errori dei Cremisi per capitalizzare al massimo.

Ma le Fiamme hanno saputo rispondere colpo su colpo ai Bersaglieri veneti, mettendo in evidenza la propria caratteristica principale, ossia quella di essere una squadra coriacea e che fino all’ultimo pallone giocabile resta incollata agli avversari senza mai mollare. Resta un po’ l’amaro in bocca per i cinque minuti di follia in apertura della seconda frazione di gioco che hanno permesso agli ospiti di andare in meta per ben due volte.

“Noi ci siamo ancora – ha dichiarato coach Pasquale Presutti – e intendiamo mantenere questa posizione fino alla fine. Oggi, una volta di più, abbiamo dimostrato che contro di noi e a casa nostra non è facile per nessuno far punti. Certo, alcuni nostri errori, soprattutto all’inizio del secondo tempo, hanno condizionato molto l’andamento del match. Ma abbiamo saputo reagire bene di fronte alla squadra, lo dice la classifica, più forte del campionato. Ora ci giocheremo le nostre chance tra due settimane a Mogliano. Sarà dura, ma so che i miei ragazzi sapranno mettercela tutta perché vogliamo arrivare ai playoff. Ce lo meritiamo senza ombra di dubbio”.

La sconfitta casalinga patita oggi dal Petrarca con la Lazio riduce a tre le concorrenti per la quarta piazza e tutto si giocherà nell’ultima giornata del 9 maggio prossimo, con le Fiamme che faranno visita al Mogliano, ormai matematicamente terzo, il San Donà, distanziato dai Cremisi di una sola lunghezza, che sarà ospite della Lazio e il Viadana, a meno quattro dal XV della Polizia di Stato, che se la vedrà in casa con il Calvisano.

LA CRONACA
Pronti, via e dopo neanche trenta secondi di gioco Giuseppe Cerqua intercetta una touche del Rovigo e schiaccia in meta. La risposta rossoblu arriva al 3’ con Billy Ngawini che semina il panico tra le maglie della difesa cremisi, passa il pallone a Bortolussi che porta lo score di nuovo in pareggio: 7 a 7 dopo la trasformazione di Basson. L’estremo sudafricano del Rovigo al 9’ porta avanti i Bersaglieri dalla piazzola, ma al 22’ ci pensa Nicola Benetti, sempre su calcio da fermo, a riportare il punteggio in parità: 10 a 10. Al 27’ sull’up and under del mediano di mischia delle Fiamme si avventa Rodriguez, che però scivola e ne approfitta Guido Barion che vola in meta tuffandosi tra i pali. La trasformazione di Benetti porta avanti 17 a 10 i padroni di casa. È il momento migliore per i Cremisi, costantemente in attacco nei 22 rodigini, ma al 30’, dopo una lunga serie di pick and go sulla linea di meta degli ospiti, le Fiamme perdono palla e, con un coast to coast in tre contro due e tre passaggi “calcistici”, il Rovigo va di nuovo in meta con Steven Bortolussi. La trasformazione di Basson riporta le sorti del match in parità: 17 a 17. Al 34’ Nicola Benetti ha sul piede il pallone del sorpasso, ma non centra i pali e la prima frazione di gioco si chiude con un pareggio.

A rompere l’equilibrio ci pensano i rossoblu all’inizio del secondo tempo, complici anche cinque minuti di vera e propria follia delle Fiamme: al 42’ e al 44’ gli ospiti vanno in meta per ben due volte, prima con Van Niekerk e poi con Rodriguez. Basson trasforma entrambi i calci addizionali e porta i suoi sul 17 a 31. Coach Presutti corre ai ripari ed effettua ben sei cambi. Le forze fresche in campo portano subito buoni frutti e le Fiamme ricominciano a macinare gioco mettendo in difficoltà gli avversari che al 56’ e al 61’ subiscono due espulsioni temporanee e Montauriol e Zanini vanno a sedersi sulla panca dei cattivi. Un minuto dopo arriva la terza meta per i padroni di casa con la rolling maul e Gianmarco Duca che schiaccia e fa 22 a 31. Anche Filippo Frati mette forze fresche in campo e il Rovigo allunga di nuovo con Stefan Basson che centra i pali con un drop. Gli ultimi minuti sono un vero e proprio “assalto a Fort Apache” con le Fiamme alla ricerca della quarta meta che permetterebbe di conquistare sia il bonus mete che quello difensivo. I sette punti arrivano allo scadere, con l’arbitro Blessano che assegna una meta di punizione ai Cremisi e Carlo Canna che centra i pali per il 29 a 34 finale.

IL TABELLINO
Roma, caserma “S. Gelsomini”, 29 marzo 2015
17^ giornata Campionato nazionale di Eccellenza 2014-2015
FIAMME ORO RUGBY vs FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA 29-34 (17-17)

Marcatori: 1’ m. Cerqua tr. Benetti (7-0), 3’ m. Bortolussi tr. Basson (7-7), 9’ cp Basson (7-10), 22’ cp Benetti (10-10), 27’ m. Barion tr Benetti (17-10), 30’ m Bortolussi tr Basson (17-17); 42’ m Van Niekerk tr. Basson (17-24), 44’ m Rodriguez tr Basson (17-31); 62’ m Duca (22-31), 71’ drop Basson (22-34), 80’ meta di punizione FOR tr. Canna (29-34)

Fiamme Oro Rugby: Barion, De Gaspari (80’ Di Massimo), Anderson, Massaro (cap) (45’ Sapuppo), Bacchetti, Canna, Benetti (53’ Marinaro), Amenta (53’ Duca), Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F. (45’ Cazzola A.), Ceglie (66’ Pettinari), Cerqua (53’ Vicerè), Cocivera (53’ Naka)
all. Pasquale Presutti

Rugby Rovigo: Basson, Ngawini, Menon, Van Niekerk, Bortolussi, Rodriguez, Bronzini, De Marchi (70’ Ferro), Lubian, Caffini, Montauriol, Maran (41’ Zanini), Ravalle (32’ Roan), Mahoney (70’ Balboni), Quaglio (45’ Pozzi)
A disposizione non entrati: Riedo, Farolini, Pavanello,
All. Filippo Frati

Arbitro: Blessano (Treviso)
Gdl: Passacantando (L’Aquila), Pier’Antoni (Colleferro)
Quarto uomo: Romani (Colleferro)

Cartellini: 56’ giallo Montauriol (RRD), 61’ giallo Zanini (RRD)
Man of the match: Fabio Cocivera (FOR)

Calciatori:
Fiamme Oro: Benetti 3/5 (cp 1/3, tr 2/2); Canna 1/2 (tr. 1/2)
Rovigo: Basson 6/6 (cp 1/1, tr 4/4, dp 1/1)

Punti conquistati: Fiamme Oro 2, Rovigo 5

Note: 1.100 spettatori ca, in tribuna il manager della Nazionale italiana Luigi Troiani e il CT della Nazionale Jacques Brunel che ha premiato il man of the match

25 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

Preview 17^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme per fermare la corsa dei Bersaglieri

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW XVII GIORNATA
ULTIMA IN CASA PER LE FIAMME
LA FORMAZIONE PER FERMARE LA CORSA DEI BERSAGLIERI

Forgione: “Si dice che il nostro gioco non sia particolarmente spettacolare, ma ci ha permesso di arrivare fin qui e di vincere un Trofeo Eccellenza lo scorso anno”

Presutti: “Meritiamo di essere in questa posizione. Il quarto posto lo vogliamo fortemente e siamo intenzionati a batterci fino all’ultimo per tenercelo stretto”

FFOOVROV

Roma – Ultima partita casalinga per le Fiamme che sabato 25 dalle 16 se la vedranno con i primi della classe della Femi-Cz Rugby Rovigo Delta, per la 17^ giornata del Campionato nazionale di Eccellenza.

Un match chiave per le ambizioni playoff dei ragazzi allenati da Pasquale Presutti che sono chiamati ad una prova maiuscola per non perdere il contatto con la zona calda della classifica. Mancano 160 minuti alla fine della “regular season” e i giochi sono ancora aperti per le prime due posizioni e per l’ultima squadra che potrà accedere alla fase finale, con il Mogliano invece saldamente ancorato alla terza posizione. Il risultato finale della partita con i Bersaglieri sarà fondamentale affinché le Fiamme non perdano terreno in favore dei diretti concorrenti al quarto posto, primo tra tutti il San Donà, sul quale i Cremisi sono in vantaggio di quattro punti, seguito dal Viadana a meno 7 e dal Petrarca distanziato di otto lunghezze, ma ancora matematicamente in corsa.

Di contro, anche per i polesani la partita di sabato potrebbe risultare di primaria importanza per mantenere la prima piazza, che permetterebbe di giocare un’eventuale finale scudetto al “Battaglini”.

Una sfida che nella storia delle due squadre ha sempre avuto un gusto particolare e che nella settimana che ha preceduto il match ha movimentato la stampa polesana: “Ho letto alcune dichiarazioni sui giornali rodigini rilasciate da tesserati della Rugby Rovigo riguardo il nostro modo di giocare che non sarebbe particolarmente spettacolare – ha dichiarato il presidente della squadra Armando Forgione – e mi è tornata in mente la finale dello scorso anno al Battaglini. Evidentemente è una ferita ancora aperta per i rossoblu”.

Sarà anche una sorta di derby per i molti rodigini che attualmente militano nelle Fiamme e che in passato hanno vestito anche la maglia dei Bersaglieri, come Andrea Bacchetti, Guido Barion, Marcello De Gaspari.

Dopo le vittorie ottenute in casa con il San Donà e in trasferta a Viadana, il morale dei Cremisi è alto e a Ponte Galeria c’è la consapevolezza che si possa arrivare in alto, così come dichiara anche coach Pasquale Presutti: “Siamo arrivati al dunque e quella di sabato sarà la penultima ‘finale’ che dovremo giocare per garantirci un posto al sole. È inutile che ci nascondiamo: noi questo quarto posto lo vogliamo fortemente e, come abbiamo dimostrato anche a Viadana, siamo intenzionati a batterci fino all’ultimo secondo per tenercelo stretto. Certo, giocheremo contro la prima in classifica che occupa quella posizione non per un caso, ma perché durante l’arco della stagione ha dimostrato di meritarselo. Ma anche noi meritiamo il posto che occupiamo”.

Per il match con i Bersaglieri, coach Presutti intende mantenere più o meno invariata la formazione che ha disputato il secondo tempo a Viadana. In prima linea confermato il terzetto formato da Fabio Cocivera, Giuseppe Cerqua e Alessio Ceglie; seconda linea invariata con Filippo Cazzola e Michele Sutto, così come la terza che sarà composta dai due flanker Vittorio Marazzi e Matteo Zitelli, e Mirko Amenta a chiudere il pack. Carlo Canna torna a vestire la maglia numero 10 dal primo minuto, mentre Nicola Benetti sarà ancora il mediano di mischia titolare. Invariata anche la coppia di centri formata dal neozelandese Shayne Anderson e dal capitano Giovanni Massaro, mentre il triangolo allargato sarà tutto di marca rodigina: le due ali Andrea Bacchetti e Marcello De Gaspari, con Guido Barion di nuovo in campo da titolare in posizione di estremo.

La direzione di gara sarà affidata all’arbitro trevigiano Claudio Blessano

La probabile formazione
Barion, De Gaspari, Anderson, Massaro, Bacchetti, Canna, Benetti, Amenta, Zitelli, Marazzi, Sutto, Cazzola F., Ceglie, Cerqua, Cocivera
A disposizione: Pettinari, Naka, Vicerè (Lombardo), Cazzola A., Duca, Marinaro, Thomsen, Sapuppo

24 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

16^ di Eccellenza. A Viadana le Fiamme si impongono 23 a 21 all’ultimo minuto

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

XVI GIORNATA DI ECCELLENZA
LE FIAMME ESPUGNANO LO “ZAFFANELLA” BATTENDO VIADANA 23 A 21

Presutti: “Avevo chiesto ai miei ragazzi di dimostrare di che pasta fosse fatta questa squadra e loro hanno saputo rispondere sul campo. Una vittoria importante per noi, ma restiamo con i piedi per terra perché i prossimi appuntamenti saranno particolarmente impegnativi”

Amadasi

(Foto DUKE)

 

IL COMMENTO

Viadana (MN) – Seconda vittoria consecutiva per le Fiamme che battendo 23 a 21 il Viadana portano a casa quattro punti che valgono la quarta piazza in solitaria.

Quella dello “Zaffanella” è stata una partita poco adatta a chi ha le coronarie deboli e che a molti ha ricordato la vittoria nel Trofeo Eccellenza dello scorso anno: quattro minuti decisivi, quelli finali, in cui le Fiamme, anche in inferiorità numerica, hanno saputo far valere una maggiore solidità mentale e, soprattutto, la caratteristica principale del team cremisi, ossia quella di non darsi mai per vinto fino all’ultimo secondo di gioco.

La giornata non sembrava delle migliori per il XV della Polizia di Stato che, sebbene fosse passato per primo in vantaggio, nella prima frazione di gioco subiva molto il gioco dei padroni di casa e commetteva numerosi errori soprattutto nelle rimesse laterali, pur mostrando un’ottima e solida difesa. Ma quando tutto sembrava perduto, il cuore e la voglia di vincere dei Cremisi salivano in cattedra riuscendo a conquistare quattro preziosi punti in chiave playoff.

Complice anche la sconfitta casalinga patita ieri dal San Donà, le Fiamme sono da sole in quarta posizione con 45 punti, quattro di vantaggio sui veneti del Piave e sette sul Viadana, con il Petrarca a otto lunghezze.

“Cosa si può dire dopo vittorie come queste se non che i miei ragazzi sono stati grandi? – ha detto coach Pasquale Presutti – In settimana gli avevo chiesto di dimostrare di che pasta fosse fatta questa squadra e loro hanno risposto nel migliore dei modi sul campo, non mollando mai l’osso fino all’ultimo respiro. Abbiamo vinto una gran partita, contro un avversario difficile, forte e che aveva le nostre stesse motivazioni. Ma restiamo con i piedi per terra, perché il cammino è ancora lungo e gli appuntamenti che ci aspettano sono particolarmente impegnativi”.

Sono solamente due le giornate alla fine del campionato e per le Fiamme gli impegni si chiamano Rovigo (il 25 aprile sul sintetico di Ponte Galeria) e Mogliano.


LA CRONACA
Il Viadana inizia di gran carriera e dopo tre minuti solo un intercetto di Carlo Canna riesce ad evitare la meta dei padroni di casa che mantengono alto il ritmo del gioco, costringendo le Fiamme nella propria metà campo. L’eccessiva intensità del gioco, però, fa incappare i gialloneri in falli per indisciplina: al 9’ Nicola Benetti centra i pali dalla piazzola e porta le Fiamme in vantaggio. Ma è sempre il Viadana a comandare e, quando può calciare da fermo, preferisce andare in touche per puntare al bersaglio grosso. Ma la seconda marcatura, dopo quasi mezz’ora di gioco a ritmo particolarmente sostenuto, arriva ancora dal piede del mediano di mischia cremisi che guadagna altri tre punti. La pressione costante dei padroni di casa dà i suoi frutti al 32’ quando Mc Kinley, dopo una lunga serie di pick and go sui cinque metri, esce dal gruppo e schiaccia in meta. Il numero 10 del Viadana si incarica anche della trasformazione e porta i suoi in vantaggio 7 a 6. Passano solo quattro minuti e i gialloneri sono di nuovo oltre la linea di meta delle Fiamme con Amadasi che raccoglie un calcio e segna sul lato sinistro del campo. Mc Kinley trasforma di nuovo e fa 14 a 6. Allo scadere del primo tempo Nicola Benetti ha l’occasione, sempre dalla piazzola, per ridurre il divario, ma dopo due difficili calci messi a segno fallisce da posizione centrale.

Il numero 9 cremisi apre le danze nella seconda frazione di gioco e centra l’acca al 49’ per il momentaneo 14 a 9. Coach Presutti cambia la cabina di regia delle Fiamme, con l’ingresso in campo di Guido Barion che rileva Martin Thomsen e sposta Carlo Canna all’apertura. La mossa non sembra ancora dare i propri frutti, perché al 60’ il Viadana segna la terza meta con Buondonno che scappa alla difesa delle Fiamme. Mc Kinley trasforma ancora e i mantovani conducono 21 a 9. Sembra che oramai la partita sia segnata, ma il XV della Polizia di Stato inizia a macinare gioco, prendendo le redini del match. Gli ultimi minuti sono di quelli che non si dimenticano: al 75’, da una lunga azione alla mano, nasce la meta di Andrea Bacchetti che torna a segnare dopo un lungo digiuno e a tempo quasi scaduto, con le Fiamme in inferiorità numerica per il cartellino giallo a Giuseppe Sapuppo, Simone Marinaro si impossessa del pallone e batte tutti in velocità andando a schiacciare in meta. La trasformazione di Carlo Canna sancisce la vittoria delle Fiamme: 23 a 21.


IL TABELLINO

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – Domenica 12 aprile 2015
Campionato Eccellenza, XVI giornata – DIRETTA RAI Sport 15:15

RUGBY VIADANA 1970 v s FIAMME ORO RUGBY: 21 – 23 (pt: 14-6)

Marcatori: p.t.
: 9’ cp Benetti, 29’ cp Benetti, 32’ m. McKinley tr. McKinley, 36’ m. Amadasi tr. McKinley; st.: 9’ cp Benetti, 20’ m. Buondonno tr. McKinley, 35’ m. Bacchetti tr. Canna, 39’ meta Marinaro tr. Canna

Rugby Viadana 1970: Keanu Apperley; Buondonno, Pavan (33’ st Manganiello), Quartaroli, Amadasi (32’ st Gennari); McKinley, Khyam Apperley (33’ st Righi Riva); Whitaker, Andrea Denti (23’ st Monfrino), Barbieri; Ruzza, Pascu (16’ st Gerosa); Gamboa (16’st Cavallero) , Santamaria (cap) (33’ st Antonio Denti), Cenedese (8’ st Traore).
A disp.: Antonio Denti, Cavallero, Traore, Gerosa, Monfrino, Righi Riva, Manganiello, Gennari
All.: Sue

Fiamme Oro Rugby: Canna; Valcastelli, Anderson, Massaro (cap) (30’ st Sapuppo), Bacchetti; Thomsen (12’ st Barion), Benetti (29’ st Marinaro); Amenta (22’ st Duca), Marazzi, Zitelli; Sutto, F. Cazzola (22’ st A. Cazzola); Ceglie (27’ st Pettinari), Cerqua, Cocivera (19’ st Naka).
A disp.: Lombardo, Naka, Pettinari, A. Cazzola, Duca, Marinaro, Sapuppo, Barion.
all. Presutti

Arbitro: Damasco (Napoli)
g.d.l. Rizzo di Ferrara e Laurenti di Bologna
quarto uomo: Masetti di Arezzo

Cartellini: 37’ st (G) Sapuppo,
Man of the match:  Carlo Canna (FFOO)
Calciatori: McKinley 3 su 3 (6 pt), (Rugby Viadana 1970), Benetti 3 su 4 (9 pt), Canna 2 su 2 (4 pt) (Fiamme Oro);
Note: campo in ottime condizioni, giornata calda. Spettatori: 1.100 circa.
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 1, Fiamme Oro 4.

12 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Preview 16^ giornata. Il XV delle Fiamme per la trasferta a Viadana. Diretta Raisport1 domenica 12 dalle ore 15

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW XVI DI ECCELLENZA
LA FORMAZIONE DELLE FIAMME CHE DOMENICA AFFRONTERA’ IL VIADANA
DIRETTA TV SU RAISPORT1 DALLE 15

Presutti: “Le ultime tre partite che ci aspettano le consideriamo come tre finali da giocare lottando fino all’ultimo secondo”.

FORVVIA

(foto del match di andata. Ph. Flavia Conforti)

 

Roma – Superato l’esame-San Donà, sulla strada che porta ai playoff per le Fiamme arriva un altro difficile ostacolo da superare. Nel posticipo televisivo di domenica 12 aprile (Raisport1 dalle 15,00) il XV della Polizia di Stato sarà di scena allo “Zaffanella” contro il Rugby Viadana.

All’andata, sul sintetico di Ponte Galeria, finì con un rotondo 45 a 27 per i padroni di casa, ma al quartier generale cremisi c’è la convinzione che domenica non sarà semplice portare via punti alla squadra mantovana.

I gialloneri di Regan Sue sono in piena corsa playoff, a quattro punti dalla quarta piazza occupata attualmente dalle Fiamme a quota 41. Partita chiave, quindi, per i Cremisi che a tre giornate dalla fine della “regular season” possono ambire al quarto posto, anche se con un calendario più difficile rispetto alle concorrenti San Donà e Viadana.

Dunque, massima attenzione per i ragazzi di Pasquale Presutti, ma anche un occhio agli incontri del sabato dove spicca un San Donà-Petrarca il cui risultato potrebbe pesare non poco sul posticipo domenicale.

“Tre finali, così considero queste ultime tre partite che ci aspettano – ha detto coach Pasquale Presutti – e come tali dovremo giocarle, scendendo in campo per lottare fino all’ultimo secondo di gioco. La squadra che incontreremo domenica non sarà la stessa che abbiamo battuto all’andata, perché da allora è cresciuta molto, è in piena corsa insieme a noi e al San Donà per un posto tra le prime quattro e, sicuramente, non vorrà farsi sfuggire l’occasione di allungare il passo in classifica. Per noi sarà fondamentale l’attenzione che dovrà restare costante per tutta la partita. Non possiamo permetterci di concedere ai nostri avversari occasioni per colpirci”.

Questa la formazione che scenderà in campo domenica allo “Zaffanella”: prima linea appannaggio dei due piloni Fabio Cocivera e Alessio Ceglie, con Giuseppe Cerqua tallonatore in campo dal primo minuto a sostituire l’infortunato Valerio Vicerè; in seconda la coppia formata da Filippo Cazzola e Michele Sutto, mentre in terza rientra dopo una lunga assenza Vittorio Marazzi, confermati invece l’altro flanker Matteo Zitelli e il numero 8 Mirko Amenta. Conferme arrivano anche dalla cabina di regia che sarà occupata da Nicola Benetti e dal mediano di apertura sudafricano Martin Thomsen. Capitan Giovanni Massaro e il neozelandese Shayne Anderson saranno i due centri titolari, ma le novità principali arrivano dal triangolo allargato con il rientro in formazione titolare di Andrea Bacchetti e Pietro Valcastelli, che sostituisce l’infortunato Michele Sepe, e Carlo Canna schierato ancora in posizione di estremo.

L’incontro sarà arbitrato dal fischietto napoletano Carlo Damasco.

La probabile formazione
Canna, Valcastelli, Anderson, Massaro (cap), Bacchetti, Thomsen, Benetti, Amenta, Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F., Ceglie, Cerqua, Cocivera
A disposizione: Naka, Lombardo (Moriconi), Pettinari, Cazzola A., Balsemin (Duca), Marinaro, Sapuppo (Di Massimo), Barion

11 aprile 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio  Stampa Fiamme Oro Rugby

15^ di Eccellenza. Le Fiamme festeggiano il quarto posto con la vittoria sul San Donà 22 a 20

 COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

 15^ GIORNATA ECCELLENZA
CON LA VITTORIA PER 22 A 20 SUL SAN DONA’ LE FIAMME CONQUISTANO QUATTRO PUNTI E SALGONO AL QUARTO POSTO IN CLASSIFICA

Presutti: “Una vittoria importante che ci rimette in corsa. Sono fiero di questi ragazzi che hanno saputo rispondere sul campo a quanto avevo chiesto loro in settimana, senza mai perdere la testa anche nei momenti più difficili del match”.

IMG_2423(1)

ph. Flavia Conforti

 

IL COMMENTO
Roma – Ottanta minuti poco adatti ai deboli di cuore quelli giocati oggi sul sintetico della caserma “S. Gelsomini” da Fiamme Oro e Lafert San Donà. Alla fine ad avere la meglio è stato il XV della Polizia di Stato che, grazie ai quattro punti conquistati, torna ad occupare la quarta piazza in classifica in piena zona playoff.

Le Fiamme ci hanno creduto fino all’ultimo, senza mai mollare l’osso ad un San Donà sceso a Roma determinato a conquistare la vittoria e che, fino all’ultimo minuto di gioco, ha saputo rendersi pericoloso.

Ma oggi le Fiamme dovevano portare a casa la vittoria per molteplici ragioni: prima volta in diretta tv in casa, pubblico delle grandi occasioni e tutti i ragazzi delle giovanili cremisi presenti per tifare per i loro beniamini, incintandoli fin dagli spogliatoi tappezzati di disegni fatti da loro e dedicati ai giocatori della prima squadra.

Dunque, non si poteva non vincere, ma il San Donà ce l’ha messa tutta per rovinare la festa cremisi, cercando di spezzare in ogni modo il gioco delle Fiamme che, soprattutto nel primo tempo, hanno sprecato molte occasioni, spesso a causa di disattenzioni.

Alla fine, però, il tabellone recitava 22 a 20 e seconda affermazione su due incontri in questa stagione per le Fiamme sui ragazzi del Piave. Una vittoria che riaccende le speranze del XV della Polizia di Stato in chiave playoff, con il San Donà distanziato di una sola lunghezza e il Viadana, prossimo avversario in trasferta, sesto a cinque punti. L’avversario più temibile per le Fiamme ora è proprio il calendario che le vedrà, dopo la pausa pasquale, affrontare prima la trasferta in terra mantovana, poi il match casalingo contro i primi della classe del Rovigo e chiudere la “regular season” ospiti del Mogliano.

In casa Fiamme però regna l’ottimismo e il detto “sognare non è peccato”.

“Quando sono entrato negli spogliatoi e ho visto le pareti tappezzate dai disegni dei bambini, devo confessare di essermi commosso – ha dichiarato coach Presutti a fine match – e ho detto, prima a me stesso e poi ai miei ragazzi, che tutto questo andava onorato con una vittoria. Sono fiero di loro perché sul campo hanno saputo rispondere, senza mai perdere la testa, come gli avevo chiesto in settimana, e portando a casa una vittoria dura, sofferta, ma preziosa. Ora guardiamo avanti con maggiore fiducia e, dopo aver vinto questo importante scontro diretto, affronteremo le prossime prove con maggiore serenità e con la convinzione che questa squadra può arrivare in alto. Ma sempre restando con i piedi per terra”.

 

LA CRONACA

Sono gli ospiti ad avere la prima occasione di sbloccare lo score dopo due minuti di gioco, ma Cornwell sbaglia dalla piazzola. I primi punti del match sono comunque di marca sandonatese: al 15’, complice un brutto errore delle Fiamme nella metà campo biancoceleste, Dotta raccoglie un pallone vagante e corre per tutto il perimetro indisturbato fino a schiacciare in meta. Con la trasformazione di Matt Cornwell i veneti si portano in vantaggio 0 a 7. Le Fiamme costruiscono un maggior volume di gioco, ma il San Donà riesce a spezzare il ritmo dei padroni di casa spesso imprecisi e a volte carenti nella disciplina. Al 27’ Cornwell ha l’occasione per mandare i Cremisi oltre il break e non la fallisce, centrando l’acca su calcio piazzato: 0 a 10. La reazione dei padroni di casa arriva nei dieci minuti finali del primo tempo. Al 30’ Nicola Benetti, oggi man of the match e autore di un 6 su 6 dalla piazzola, mette a segno i primi tre punti, sbloccando lo score delle Fiamme. Ma il capolavoro cremisi arriva al 35’, con capitan Giovanni Massaro che attraversa, palla in mano, il campo da parte a parte e va a guadagnarsi una touche. Nell’azione seguente, il pallone arriva a Carlo Canna che si porta sul limite sinistro del campo e, con uno splendido passaggio, serve Michele Sepe che va a schiacciare in meta. La trasformazione di Nicola Benetti riporta le squadre in parità sul 10 a 10, punteggio con cui si chiude il primo tempo.

Alla ripresa del gioco, le Fiamme vanno per la prima volta in vantaggio, sempre con Benetti su calcio piazzato al 45’, ma Cornwell, al 52’, riporta i due team in parità sul 13 a 13. Al 60’ si abbatte una brutta tegola sulle speranze di vittoria dei padroni di casa quando la maul sandonatese entra in area di meta cremisi e Koroi deposita il pallone oltre la linea per il momentaneo 16 a 20. Tre minuti dopo, Nicola Benetti riapre il match centrando i pali per la quinta volta consecutiva e fa 19 a 20. Gli ultimi minuti sono i più intensi della partita, con le Fiamme che premono insistentemente cercando la meta risolutiva e il San Donà arroccato nei propri 22. Al 78’ la maul del XV della Polizia di Stato entra nell’area di meta sandonatese, ma la difesa dei veneti riesce a resistere strenuamente. In pieno recupero l’arbitro livornese Liperini assegna un calcio ai padroni di casa. Nicola Benetti, in preda ai crampi, sembra non essere in grado di calciare, ma si rialza, sistema il pallone sulla piazzola, prende la rincorsa e infila tra i pali il calcio che dà la vittoria alle Fiamme Oro: 22 a 20.

 

IL TABELLINO

Roma, caserma “S. Gelsomini”, 29 marzo 2015
15^ giornata Campionato nazionale di Eccellenza 2014-2015

FIAMME ORO RUGBY vs LAFERT SAN DONA’ 22-20 (10-10)

Marcatori: 15’ m Dotta tr Cornwell (0-7), 27’ cp Cornwell (0-10), 30’ cp Benetti (3-10), 35’ m Sepe tr Benetti (10-10), 45’ cp Benetti (13-10), 52’ cp Cornwell (13-13), 55’ cp Benetti (16-13), 60’ m Koroi tr Cornwell (16-20), 63’ cp Benetti (19-20), 80+1 cp Benetti (22-20)

Fiamme Oro Rugby: Canna, Sepe, Anderson, Massaro (cap) (60’ Sapuppo) Di Massimo (80’ Barion), Thomsen, Benetti, Amenta, Favaro (41’ Vedrani – 80’ Cazzola A.), Zitelli, Sutto, Cazzola F., Ceglie (64’ Pettinari), Vicerè (v cap) (40’ Cerqua) Cocivera (64’ Naka)
A disposizione n.e.: Marinaro
all. Pasquale Presutti

 

Lafert San Donà: Dotta, Furlan, Iovu, Bertetti, Falsaperla, Cornwell, Patelli (73’ Rorato), Bernini, GM, Preston, Erasmus (69’ Sala), Koroi, Filippetto (60’ Pesce), Giovanchelli (35’ – 40’ Vian), Zanusso (60’ Coletti)
A disposizione n.e.: Vian GL, Seno, Bona, Masarin
All. Jason Wright/Mauro Dal Sie

Arbitro: Liperini (Livorno)
Gdl: Passacantando (L’Aquila), Pier’Antoni (Colleferro)
Quarto uomo: Romani (Colleferro)

Cartellini: -
Man of the match: Nicola Benetti (FO)

Calciatori:
Fiamme Oro: 6/6 (cp 5/5 tr 1/1)
San Donà: Cornwell 4/5 (cp 2/3 tr 2/2)

Punti conquistati: Fiamme Oro 4, San Donà 1

Note: spettatori 1.000 ca.; man of the match premiato dal prefetto Vincenzo Panico, capo della Segreteria del Dipartimento della pubblica sicurezza.

29 marzo 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

Preview 15^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme che domani affronterà il San Donà. Diretta Raisport1 dalle 15

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW 15^ GIORNATA DI ECCELLENZA
IL XV DELLE FIAMME PER IL POSTICIPO DI DOMENICA 29 CON IL SAN DONA’
DIRETTA RAISPORT1 DALLE 15,00

 FFOOVSAND

Presutti: “Per noi quello di domenica sarà un match importante, è inutile negarlo. Ai miei ragazzi chiedo di giocare questa partita senza freni mentali, dimostrando quanto di buono abbiamo fatto finora”. 

Roma – A quattro giornate dalla conclusione della “regular season” dell’Eccellenza, i giochi sono ancora aperti per i quattro posti disponibili per i playoff, ma mentre l’indecisione per l’assegnazione delle prime tre piazze è tra altrettante squadre, la lotta per la quarta piazza è quanto mai aperta e coinvolge ben quattro team per l’unico posto al sole rimasto.

A contenderselo anche le Fiamme che domenica 29 sul sintetico di Ponte Galeria se la vedranno con un’altra agguerrita pretendente, il Lafert San Donà, per la prima volta in diretta dalla caserma “S. Gelsomini” su Raisport1 a partire dalle 15.

All’andata il “Pacifici” fu terra di conquista per il XV della Polizia di Stato che strappò ai veneti la prima vittoria in trasferta della stagione e da allora il cammino delle due squadre è stato bene o male parallelo, con i biancocelesti del Piave in vantaggio di soli due punti sui cremisi, fino ad arrivare al match che si giocherà domenica prossima, in cui una vittoria vorrebbe dire aggiungere un tassello importante al cammino verso la meta finale dei playoff.

“Evito di dire frasi fatte del tipo «da qui alla fine saranno tutte finali» – commenta il coach delle Fiamme Pasquale Presutti – ma non nego che quella di domenica sarà un match importante per noi. Il San Donà ha già ampiamente dimostrato la crescita avuta in questa stagione, ma anche noi siamo cresciuti e maturati soprattutto rispetto allo scorso anno in cui, in questo stesso periodo, non lottavamo per le posizioni di vertice. I miei ragazzi sono carichi e consci di ciò che devono fare. A loro chiedo solamente di giocare questa partita senza freni mentali e di mettere in campo ancora una volta quanto di buono hanno saputo far vedere finora”.

La formazione che scenderà in campo domenica a Ponte Galeria dovrebbe bene o male ricalcare il XV che ha portato a casa quattro punti da L’Aquila. Gli ultimi dubbi verrano sciolti dopo l’allenamento di rifinitura. In prima linea Fabio Cocivera e Alessio Ceglie saranno i due piloni titolari, insieme a Giuseppe Cerqua o Valerio Vicerè in ballottaggio per un posto da tallonatore. Dubbio “in famiglia” per quanto riguarda la seconda linea dove uno tra Alberto e Filippo Cazzola vestirà la maglia da titolare accanto a Michele Sutto. Lorenzo Favaro e Damiano Vedrani saranno i flanker, insieme a Mirko Amenta che, con la maglia numero 8, completerà il pacchetto di mischia delle Fiamme. Con il recuperato Nicola Benetti a mediano di mischia, Carlo Canna sarà ancora il regista della squadra. Il neozelandese Shayne Anderson e capitan Giovanni Massaro saranno ancora i centri, mentre il triangolo allargato sarà composto dalle due ali Michele Sepe e Marco Di Massimo, con Giuseppe Sapuppo estremo.

A dare il fischio d’inizio alle 15 sarà ancora il livornese Matteo Liperini, già arbitro delle Fiamme nell’ultima trasferta a L’Aquila.

 

La probabile formazione
Sapuppo, Sepe, Anderson, Massaro, Di Massimo, Canna, Benetti, Amenta, Vedrani, Favaro, Sutto, Cazzola A. (Cazzola F.), Ceglie, Cerqua (Vicerè), Cocivera
A disposizione: Pettinari, Vicerè (Cerqua), Naka, Cazzola A. (Cazzola F.), Balsemin, Forcucci, Marinaro, Thomsen

28 marzo 2015
Cristiano Morabito– Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

14^ di Eccellenza. Seconda vittoria consecutiva per le Fiamme. Battuta L’Aquila 31 a 18

 COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

14^ GIORNATA ECCELLENZA
SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA PER LE FIAMME. BATTUTA L’AQUILA 31 A 18

Presutti: “Sono contento di come siamo riusciti a gestire questo match. Ora guardiamo ai prossimi due impegni che saranno fondamentali per la lotta alla quarta posizione. E noi lì ci vogliamo arrivare”

IMG_2086

(ph. Flavia Conforti)

IL COMMENTO
L’Aquila – Seconda vittoria consecutiva per le Fiamme che al “Tommaso Fattori” dell’Aquila hanno la meglio sui neroverdi abruzzesi e conquistano quattro punti che permettono al XV della Polizia di Stato di agganciare il Viadana al quarto posto e di ridurre a sole due lunghezze il divario dal San Donà, oggi caduto in casa ad opera del Calvisano.

L’allenatore cremisi Pasquale Presutti aveva avvisato i suoi ragazzi che quella in terra aquilana sarebbe stata una trasferta piena di insidie e così è stato per molteplici fattori: il terreno reso pesante dalla neve caduta in mattinata, i numerosi infortunati tra le fila delle Fiamme e anche il team neroverde che tra le mura amiche ha reso difficile la vita a più di una squadra.

Comunque, missione compiuta per il XV della polizia che esce dal “Fattori” con quattro punti che gli permettono di guardare con maggior fiducia ai prossimi impegni, a cominciare dallo scontro diretto di domenica prossima in casa contro i veneti del San Donà, crocevia fondamentale per la stagione delle Fiamme.

“Sono contento di come siamo riusciti a gestire questa difficile partita – ha commentato coach Presutti – e di come i ragazzi siano stati capaci di mantenere i nervi saldi anche quando i nostri avversari si sono fatti pericolosamente sotto. Ora guardiamo ai prossimi impegni, perché ci aspettano due match fondamentali per la lotta alla quarta posizione. E noi lì ci vogliamo arrivare”.

 

LA CRONACA
Dopo un quarto d’ora sono già tre i calci assegnati ai cremisi (di cui due realizzati da Carlo Canna) per crolli in mischia. Sullo 0-6 L’Aquila tenta di andare in attacco ma al 20′ le Fiamme Oro segnano la loro prima meta con Michele Sepe, dopo un raggruppamento ai cinque metri: è 0-13 e per L’Aquila inizia a farsi dura. Il finale di tempo coincide anche con il momento migliore dei neroverdi, che si portano in attacco e iniziano a imporsi in mischia. Al 25′ Alberto Bonifazi muove il tabellino piazzando un calcio fischiato per un fuorigioco. Sbaglia tre minuti più tardi altri tre punti, ma al 36′ è il pilone Luigi Milani a marcare meta dopo alcune fasi nella ventidue avversaria. Prima della pausa Canna sbaglia un piazzato ma non fallisce quello allo scadere: su va negli spogliatoi sul 10-16.

Nella ripresa L’Aquila scende in campo più determinata: Bonifazi centra un piazzato dopo quattro minuti (13-16) e il pubblico del “Fattori” inizia a sognare la rimonta. Al 17′ è ancora Canna, spostato a estremo dopo l’ingresso in campo di Martin Thomsen, che allunga con un piazzato. Un minuto più tardi è lo stesso Thomsen a fallire clamorosamente una meta: intercetto su calcio, l’apertura sudafricana si invola da solo per schiacciare sotto i pali ma scivola sul fango e perde la palla. All’errore viene rimediato dieci minuti più tardi. L’avanti neroverde Alessio Cocchiaro, entrato qualche secondo prima, perde palla (anch’egli a causa del fango) nella propria area di meta e favorisce la marcatura cremisi. Al 75′ è Giorgio Erbolini a segnare meta sull’ala, per il 18-26, ma Bonifazi non trasforma.

Nel finale il XV aquilano prova ad attaccare per il bonus, ma è un errore difensivo a lanciare i veloci tre quarti delle Fiamme Oro, che marcano meta quasi allo scadere con Thomsen, per il 18-31 finale. (a cura di Mattia Fonzi)

IL TABELLINO
L’Aquila, stadio “Tommaso Fattori” – 22 marzo 2015
Campionato nazionale di Eccellenza, XIV giornata

L’AQUILA RUGBY CLUB – FIAMME ORO RUGBY 18-31 (10-16)

MARCATORI:Primo tempo: 5′ cp Canna; 14′ cp Canna; 20′ m Sepe tr Canna; 25′ cp Bonifazi; 38′ m Milani tr Bonifazi; 40′ cp Canna. Secondo tempo: 4′ cp Bonifazi; 17′ cp Canna; 67′ m Sutto tr Canna; 75′ m Erbolini nt; 78′ m Thomsen nt.

L’AQUILA RUGBY CLUB: Matzeu, Bonifazi, Cortés, Panetti, Palmisano (22′ st Erbolini), Riera, Picone (34′ st Carnicelli), Catelan (24′ st Gorla), Boccardo (32′ Gorla, 37′ Boccardo), Lofrese, Fiore (34′ st Cialone), Caila, Iovenitti (26′ st Cocchiaro), Subrizi, Milani (28′ st Breglia). A disp.: Forte. All.: Di Marco.

FIAMME ORO RUGBY: Sapuppo (14′ st Thomsen), Sepe, Anderson, Massaro (23′ st Forcucci), Di Massimo, Canna, Marinaro, Amenta, Vedrani, Favaro, Sutto, Cazzola (1′ st Balsemin), Pettinari (14′ st Naka), Cerqua, Cocivera. A disp.: Viceré, Moriconi, Marazzi, Calabrese. All.: Presutti.

ARBITRO: Liperini (Livorno)

Cartellini: 29′ st Sutto (Fiamme Oro)
Man of the match: Subrizi (L’Aquila)
Calciatori: Canna (Fiamme Oro) 6 / 9; Bonifazi 3 / 5.
Note: giornata fredda, terreno fangoso (leggera nevicata al mattino), spettatori 350 ca.
Punti conquistati in classifica: L’Aquila Rugby Club 0 – Fiamme Oro 4.

22 marzo 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

Preview 14^ di Eccellenza. Il XV cremisi per la trasferta a L’Aquila

image
COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW 14^ di ECCELLENZA
IL XV DELLA POLIZIA DI STATO PER LA TRASFERTA A L’AQUILA

Presutti: “Ci servono punti per non perdere il contatto con le prime quattro, ma L’Aquila è cresciuta molto nelle ultime giornate e dobbiamo stare attenti a non commettere errori. Sarà fondamentale l’atteggiamento con cui entreremo in campo”

Roma – Dopo la vittoria nel derby con la Lazio di domenica scorsa, le Fiamme tornano in campo per affrontare una trasferta insidiosa con L’Aquila. L’imperativo è quello di fare assolutamente punti per non perdere il contatto con la testa della classifica. Infatti un risultato positivo contro i neroverdi permetterebbe al XV della Polizia di Stato di affrontare con un altro spirito l’incontro decisivo con il San Donà il prossimo 29 marzo.

Attualmente sono tre le squadre impegnate nella lotta per la quarta piazza: San Donà guida il terzetto con 39 punti, seguito dal Viadana a quota 35, con le Fiamme Oro che chiudono a 33. È proprio gli incroci della 14^ giornata potrebbero risultare propizi alla squadra di Pasquale Presutti: i veneti dovranno vedersela in casa con il Calvisano ferito dalla dura sconfitta di Rovigo, mentre il Viadana affronterà il Mogliano tra le mura amiche dello “Zaffanella”.

Dunque, anche in questo turno sarà fondamentale per i Cremisi non fare passi falsi, ma Pasquale Presutti mette in guardia i suoi: Non guardo la classifica. Questo potrebbe sembrare un impegno facile, ma ultimamente L’Aquila è cresciuta molto e ha messo i bastoni tra le ruote a più di un avversario. Certo, il nostro scopo è quello di far più punti possibile, ma dobbiamo stare molto attenti, perché l’insidia è dietro l’angolo.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo domenica 22 al “Fattori”, coach Presutti conferma quasi in blocco il XV che ha portato a casa il derby con la Lazio. In prima linea conferma per il terzetto Cocivera-Viceré-Ceglie, come anche per la seconda che sarà appannaggio di Filippo Cazzola e Michele Sutto. Tra i flanker ci sarà l’avvicendamento tra Lorenzo Favaro e Matteo Zitelli, con Damiano Vedrani e Mirko Amenta a completare il pack. Nicola Benetti e Carlo Canna saranno ancora i registi della squadra e conferme arrivano anche dai trequarti: i centri saranno ancora Giovanni Massaro e Daniele Forcucci, così come il triangolo allargato comprenderà le due ali Michele Sepe e Marco Di Massimo, con Giuseppe Sapuppo numero 15.

Arbitrerà l’incontro, con inizio alle 15,00, il livornese Matteo Liperini.
La probabile formazione
Sapuppo, Sepe, Forcucci, Massaro, Di Massimo, Canna, Benetti, Amenta, Favaro, Vedrani, Cazzola F., Sutto, Ceglie, Viceré, Cocivera

21 marzo 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

 

Prova di carattere delle Fiamme che si aggiudicano il derby con la Lazio 32 a 21

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

13^ GIORNATA DI ECCELLENZA
LE FIAMME RIALZANO LA TESTA E FANNO PROPRIO IL DERBY BATTENDO LA LAZIO 32 A 21

Presutti: “Era stata richiesta una reazione dopo le ultime sconfitte e la squadra ha saputo rispondere con una prova di carattere”

IMG_1677

Le Fiamme festeggiano la vittoria nel derby con la Lazio (ph. Flavia Conforti)

 

IL COMMENTO

Roma – I Cremisi tornano ad assaporare il gusto della vittoria e lo fanno battendo nel derby la Lazio in un match non bellissimo, ma che serviva a ritirare su il morale di una squadra reduce da un periodo particolarmente negativo e povero di risultati.

La vittoria di porta il sigillo di Nicola Benetti; oggi il mediano di mischia delle Fiamme, anche “man of the match”, con un 8 su 8 dalla piazzola e un solo errore nella trasformazione della meta, è stato l’ago della bilancia che ha incanalato l’incontro sui binari del XV della Polizia di Stato.

Ma quella di oggi è stata comunque una prova di carattere di tutta la squadra: i tanti errori da entrambi i lati non hanno permesso agli spettatori di assistere al miglior rugby dell’anno, ma quel che contava era la vittoria. E la vittoria è arrivata.

La Lazio dal canto suo ha provato in tutti i modi a mettere i bastoni tra le ruote ai padroni di casa, ma le Fiamme nei momenti di difficoltà hanno dimostrato di saper essere squadra, lottando su ogni pallone e non abbattendosi mai.

“Era stata richiesta una reazione dopo la sconfitta di Padova – ha detto coach Pasquale Presutti – e oggi abbiamo dato prova di avere carattere vincendo questo derby. Il match non è stato tecnicamente dei migliori, ma quel che serviva era tornare a vincere e siamo riusciti ad assolvere l’impegno che ci eravamo presi”.

I quattro punti conquistati fanno salire le Fiamme a quota 33 in classifica generale, che vuol dire sesto posto a due lunghezze dal Viadana e sei dal San Donà che occupa la quarta piazza. Il prossimo impegno vedrà i Cremisi in scena a L’Aquila, per poi giocarsi le chance per i playoff domenica 29 sul sintetico di Ponte Galeria nel big match con i veneti del San Donà in diretta tv.

 

LA CRONACA

Passa un solo minuto e Nicola Benetti centra i pali su calcio piazzato segnando i primi tre punti, ma la risposta dei biancocelesti arriva sessanta secondi dopo con Gerber che dalla piazzola ristabilisce la parità: 3 a 3. La prima e unica meta cremisi viene segnata al 6’ da Giuseppe Sapuppo, dopo un’azione contraddistinta da due offload consecutivi di Michele Sepe e Giovanni Massaro: l’estremo delle Fiamme penetra tra le maglie difensive laziali e schiaccia il pallone nell’angolo sinistro. Nicola Benetti commette l’unico errore della giornata dalla piazzola e il tabellone segna 8 a 3. Il gioco è molto spezzettato, costellato da errori di handling da parte di entrambe le squadre, ma all’11’ Durandt Gerber accorcia le distanze su piazzato (8 a 6) portando la Lazio a sole due lunghezze dai padroni di casa che, però, con due calci di Benetti (14’ e 18’) riportano il divario oltre il break: 14 a 6. Al 26’ una serie di ingenuità della difesa delle Fiamme permettono a Fabrizio Sepe di trovare lo spazio giusto per depositare il pallone oltre la linea di meta per il momentaneo 14 a 11. Quattro minuti dopo, al 30’, Durandt Gerber dalla piazzola ha l’occasione per riagganciare le Fiamme, ma il calcio si perde oltre i pali. In chiusura della prima frazione di gioco il XV della Polizia di Stato allunga di nuovo il passo. Stavolta è Carlo Canna a calciare da notevole distanza e non fallisce. Così le squadre tornano negli spogliatoi sul 17 a 11.

Al rientro in campo Nicola Benetti ha sul piede l’occasione per allungare ancora nel punteggio e al 42’ fa 20 a 11. Ma la Lazio non resta a guardare e Gerber riporta sotto i suoi al 59’ con il piazzato del 20 a 14. Sembra ormai un fatto personale tra i calciatori delle due squadre, e Nicola Benetti prende sul serio la sfida centrando l’acca per due volte (53’ e 61’) e lo score dice 26 a 14. I biancocelesti non si perdono d’animo e al 66’ riducono di nuovo le distanze sotto il break, quando il signor Vivarini assegna agli ospiti una meta di punizione. La trasformazione di Gerber riporta la Lazio a cinque punti dai padroni di casa (26 a 21). Gli ospiti sembrano crederci di più e cercano in tutti i modi di segnare la meta che potrebbe voler dire sorpasso e vittoria finale, ma le speranze laziali vengono soffocate dal piede del mediano di mischia in maglia cremisi che, al 79’ e in pieno recupero, mette a segno i due calci che chiudono definitivamente il derby romano sul 32 a 21.

 

IL TABELLINO
Roma, caserma “S. Gelsomini”, 14 marzo 2015
13^ giornata Campionato nazionale di Eccellenza 2014-2015
FIAMME ORO RUGBY vs LAZIO RUGBY 1927 32-21 (17-11)

Marcatori: 1’ cp Benetti (3-0); 2’ cp Gerber (3-3); 6’ m. Sapuppo (8-3); 11’ cp Gerber (8-6); 14’ cp Benetti (11-6); 18’ cp Benetti (14-6); 26’ m. F. Sepe (14-11); 40’ cp Canna (17-11); 42’ cp Benetti (20-11); 49’ cp Gerber (20-14); 53’ cp Benetti (23-14); 61’ cp Benetti (26-14); 66’ meta di punizione Lazio tr Gerber (26-21); 79’ cp Benetti 29-21; 80’+2 cp Benetti (32-21)

Fiamme Oro Rugby: Sapuppo, Sepe, Forcucci (48’ Anderson), Massaro (cap), Di Massimo, Canna, Benetti, Amenta, Vedrani (54’ Balsemin), Zitelli, Sutto, Cazzola F. (72’ Cazzola A.), Ceglie, Vicerè (v cap), Cocivera (67’ Naka)
A disposizione non entrati: Cerqua, Moriconi, Marinaro, Thomsen
all. Pasquale Presutti

Lazio Rugby 1927: Nathan (50’ Giangrande), Sepe, Gerber, Giancarlini, Iacolucci, Bruni, Martinelli, Mannucci (72’ Riedi), Filippucci, Brancoli (59’ Devodier), Padrò, Damiani (67’ Riccioli), Bolzoni (4’ Vannozzi), Lupetti (59’ Daniele), Pietrosanti
A disposizione non entrati: De Gregori, Di Giulio
All. De Angelis

Arbitro: Vivarini (Padova)
Gdl: Damasco (Napoli), Schipani (Benevento)
Quarto uomo: Romani (Colleferro)

Cartellini: -
Man of the match: Nicola Benetti (FFOO)

Calciatori:
Fiamme Oro: Benetti 8/9 (cp 8/8 tr 0/1), Canna 1/1 (cp 1/1)
Lazio: Gerber 4/6 (cp 3/4 tr 1/2)

Punti conquistati: Fiamme Oro 4, Lazio 0

14 marzo 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby

Preview 13^ di Eccellenza. La formazione delle Fiamme per il derby di sabato con la Lazio

FFOOVLAZ

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

PREVIEW 13^ GIORNATA DI ECCELLENZA
SABATO 14 A PONTE GALERIA SARA’ DERBY CON LA LAZIO

Presutti: “Dovremo scendere in campo convinti di poter portare a casa il risultato. Non possiamo più permetterci passi falsi”.

Roma – Riscattare la prova opaca di sabato scorso contro il Petrarca. Questo l’imperativo con cui le Fiamme sono chiamate ad affrontare il prossimo impegno di campionato sabato 14 marzo nel derby di ritorno con la Lazio.

Entrambe le squadre vengono da una serie di risultati negativi che ne stanno pregiudicando la posizione in classifica: la Lazio ormai fuori dalla lotta per le prime quattro posizioni e il XV della Polizia di Stato con un piede fuori dai playoff scudetto.

Certamente una partita impronosticabile come un derby per le Fiamme non è l’occasione più semplice per poter provare a risollevare le sorti di un campionato che finora le hanno viste lottare per le posizioni di vertice, ma quella contro la Lazio, come le restanti due partite del mese di marzo, per gli uomini di Presutti è da considerare quasi come una finale.

Da qui alla fine del mese le Fiamme avranno l’occasione di mantenere le distanze inalterate con il San Donà (avanti di cinque punti), per poi arrivare allo scontro decisivo con i veneti con il numero minore di punti possibili di scarto.

L’intenzione di coach Pasquale Presutti è di rivoluzionare la formazione che sabato scorso è stata sconfitta dal Petrarca. Sono infatti molti i cambiamenti previsti, come le indecisioni che verranno sciolte solamente dopo l’allenamento di rifinitura del venerdì.

In prima linea spazio a Fabio Cocivera che torna pilone titolare dall’inizio insieme ad Alessio Ceglie e al tallonatore Valerio Vicerè; in seconda posto assicurato per Filippo Cazzola, con il fratello Alberto in ballottaggio con Michele Sutto quasi totalmente recuperato dall’infortunio; in terza linea torna il flanker Damiano Vedrani che farà coppia con Lorenzo Favaro, mentre Mirko Amenta è confermato con la maglia numero 8; in cabina di regia un altro ballottaggio tra Simone Marinaro e Nicola Benetti per il posto di mediano di mischia, insieme a Carlo Canna all’apertura; rientra anche in posizione di centro Daniele Forcucci al fianco di capitan Giovanni Massaro; rivoluzione nel triangolo allargato, con le due ali che saranno Michele Sepe e Marco Di Massimo, mentre con la maglia numero 15 ci sarà Giuseppe Sapuppo.

“Il derby è una partita a sé – ha detto coach Pasquale Presutti – ma se vogliamo ancora lottare per la quarta posizione allora dovremo scendere in campo convinti di poter portare a casa il risultato. Le prossime tre partite per noi saranno fondamentali e non possiamo più permetterci passi falsi”.

L’incontro, con inizio alle 15,00 sul sintetico della caserma “S. Gelsomini” sarà arbitrato dal signor Giuseppe Vivarini, di Piove di Sacco (PD).

 

La probabile formazione
Sapuppo, Sepe, Di Massimo, Massaro, Forcucci, Canna, Marinaro, Amenta, Vedrani, Favaro, Cazzola A., Cazzola F., Ceglie, Vicerè Cocivera
A disposizione: Naka, Cerqua, Moriconi, Sutto (Cazzola A.), Marazzi (Balsemin), Benetti, Thomsen, Anderson

13 marzo 2015
Cristiano Morabito– Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Slideshow

Campionato Eccellenza 2014/2015

Prossimo incontro

Marchiol MoglianoFiamme Oro Rugby

18. Giornata

09-05-15, 16:00

Campionato Eccellenza 2014/2015

Ultimo incontro

Campionato Eccellenza 2014/2015

Classifica

Pos   Squadra G. Pti
1 Rugby Rovigo Delta 16 66
2 Cammi Calvisano 16 65
3 Marchiol Mogliano 16 59
4 Fiamme Oro Rugby 16 45
5 Rugby San Donà 16 41
6 Rugby Viadana 16 38
7 Petrarca Padova 16 37
8 Lazio Rugby 1927 16 27
9 L'Aquila Rugby Club 16 10
10 I Cavalieri Prato 16 -3