SETTORE GIOVANILE – COSE DI RUGBY…ESTIVE!

SETTORE GIOVANILE - COSE DI RUGBY...ESTIVE!

La stagione estiva, come noto, è dedicata alle mille attività che solitamente non riusciamo a svolgere  durante la stagione invernale. Vuoi per la bellissima luce che ci accompagna fino a tarda sera...vuoi per il caldo...vuoi per la gioia di stare insieme agli amici e far tardi con loro la sera. Il mondo del rugby non è poi differente dal ...

Leggi Tutto...

LUTTO IN CASA FIAMME

LUTTO IN CASA FIAMME

Il Settore Giovanile del Gruppo Sportivo Fiamme Oro Rugby si stringe commosso al Dirigente Accompagnatore dell'Under 16 Stefano Pilosu ed alla sua famiglia per la perdita dell'amato padre. Le esequie si terranno domani 21 luglio alle ore 11:00 nella Basilica di San Pancrazio  a Monteverde. 21 luglio 2015 Ufficio Stampa Settore Giovanile

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – AVVISO STAGIONE 2015/2016

SETTORE GIOVANILE - AVVISO STAGIONE 2015/2016

In relazione alle richieste di nuove iscrizioni al minirugby  del G.S. Fiamme Oro Rugby per la Stagione 2015/2016 la Direzione del Settore Giovanile ha emanato il seguente comunicato: IL COMUNICATO     19 luglio 2015 Ufficio Stampa Settore Giovanile

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – LAVORI IN CORSO PER LA PROSSIMA STAGIONE

SETTORE GIOVANILE - LAVORI IN CORSO PER LA PROSSIMA STAGIONE

La stagione appena conclusa è stata memorabile per i colori cremisi. E non solo per l'ottima affermazione del Primo XV che, concludendo al quarto posto il Campionato d'Eccellenza, rientra a pieno titolo nel gotha del rugby italiano. Anche i baby lions del Settore Giovanile si sono, infatti conoscere sui campi di tutta Italia. L'ottimo lavoro svolto da ...

Leggi Tutto...

Due nuovi arrivi in maglia cremisi e una partenza

Due nuovi arrivi in maglia cremisi e una partenza

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY  DUE NUOVI ARRIVI E UNA PARTENZA Roma –Salgono a nove i nuovi giocatori che, nella stagione 2015-2016, vestiranno la maglia cremisi. Si tratta di Maicol Azzolini (apertura classe ’95, 183cm X 91 kg) e Dennis Bergamin (flanker di 183cm X 103kg, nato nel 1996), entrambi provenienti dall’Accademia Fir “Ivan Francescato” di Parma, ...

Leggi Tutto...

SETTORE GIOVANILE – AGGIORNAMENTO PAGINE SITO

SETTORE GIOVANILE - AGGIORNAMENTO PAGINE SITO

AVVISO Nei mesi di luglio ed agosto il nostro sito sarà costantemente aggiornato in previsione della nuova stagione 2015/2016. Durante questo periodo le varie pagine del menù a tendina "SETTORE GIOVANILE", a sinistra nella HOME PAGE, potrebbero contenere dati non ancora completi o in corso di revisione. Ci scusiamo per l'inconveniente rassicurando i nostri amici che per il prossimo mese ...

Leggi Tutto...

IL POMERIGGIO DI GIOCHI CON SALVAMME & SALVABEBE’

IL POMERIGGIO DI GIOCHI CON SALVAMME & SALVABEBE'

Una giornata particolare quella tenutasi martedi scorso sul sintetico del “Gelsomini”. Per un pomeriggio a Casa Fiamme i protagonisti assoluti non sono stati i giocatori grandi e piccoli delle varie squadre del club cremisi bensì i tantissimi bambini che hanno gioiosamente invaso il campo delle Fiamme Oro Rugby per l’iniziativa organizzata dall’Associazione onlus “Salvamamme & Salvabebè” ...

Leggi Tutto...

LE FIAMME ORO RUGBY AL FIANCO DI SALVAMAMME

LE FIAMME ORO RUGBY AL FIANCO DI SALVAMAMME

Ormai da diverso tempo il GS FIAMME ORO RUGBY  opera a fianco di  "Salvamamme&Salvabebè”  un'associazione onlus che  da oltre quindici anni interviene nei momenti cruciali dell’abbandono e della solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico: gli ultimi tempi della gravidanza, i giorni difficili dopo il parto, l’interminabile primo anno della maternità, quando un momento ...

Leggi Tutto...

UNDER 18 – VITTORIA!!! SIAMO IN ELITE

UNDER 18 - VITTORIA!!! SIAMO IN ELITE

""Se permette Lei... pretendeva di più da noi... pretendeva la perfezione. Io non dico che sono perfetto perché non lo sono e mai lo sarò... come nessuno di noi, ma abbiamo vinto ogni partita che abbiamo giocato, fino ad oggi, questa squadra perciò... è perfetta. Perfetta ha fatto il suo ingresso in campo stasera e ...

Leggi Tutto...

Due nuovi arrivi in maglia cremisi e una partenza

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

 DUE NUOVI ARRIVI E UNA PARTENZA

Maicol Azzolini e Dennis Bergamin (ph. fotosportit/FIR)

Roma Salgono a nove i nuovi giocatori che, nella stagione 2015-2016, vestiranno la maglia cremisi.

Si tratta di Maicol Azzolini (apertura classe ’95, 183cm X 91 kg) e Dennis Bergamin (flanker di 183cm X 103kg, nato nel 1996), entrambi provenienti dall’Accademia Fir “Ivan Francescato” di Parma, con la quale hanno disputato l’ultimo campionato di Serie A.

I due giocatori, che raggiungeranno i nuovi compagni durante il ritiro dal 17 al 28 di agosto a Spoleto, giocheranno il prossimo campionato di Eccellenza con il XV della Polizia di Stato da “esterni”, poiché non hanno partecipato al concorso pubblico per l’ingresso nel G.S. Fiamme Oro.

Maicol Azzolini, che ha mosso i primi passi con il Pesaro Rugby per poi approdare all’Accademia zonale di Roma e a quella federale di Parma, ha disputato anche gli ultimi Mondiali U20 con la maglia della Nazionale.

Stesso percorso anche per Dennis Bergamin che, proveniente dal Valsugana Rugby, dopo aver fatto parte dell’Accademia zonale di Mogliano, è passato all’Accademia “Ivan Francescato” e alle Fiamme troverà un vecchio compagno di squadra, Simone Parisotto, anche lui cresciuto nella squadra padovana, alla quale va il sentito ringraziamento da parte della dirigenza delle Fiamme Oro per la collaborazione.

Per due giocatori che arrivano dall’Accademia Fir, uno che nel prossimo campionato passerà dalle Fiamme alla squadra federale: Gabriele Venditti (seconda linea classe 1997, 200cm X 118kg) fresco vincitore del concorso per entrare a far parte dei Gruppi sportivi della Polizia di Stato e primo atleta approdato alla prima squadra dal settore giovanile cremisi

7 luglio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Carlo Canna tra i 50 convocati in Nazionale per la World Cup 2015

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

CARLO CANNA TRA I 50 CONVOCATI IN NAZIONALE PER LA WORLD CUP 2015

IMG_2191

Carlo Canna (ph. Flavia Conforti)

Roma – il coach della Nazionale italiana Jacques Brunel ha diramato l’elenco dei giocatori convocati per la Coppa del Mondo che da settembre partirà in Inghilterra e tra i 50 c’è una sorpresa: si tratta di Carlo Canna, il mediano di apertura cremisi dal prossimo anno alle Zebre Rugby, che sarà il primo giocatore delle Fiamme a indossare la casacca della Nazionale italiana.

“Pensavo che le sorprese per quest’anno fossero finite – ha dichiarato Carlo Canna – ma questa sinceramente non me l’aspettavo proprio. Essere anche solo convocato come riserva è una soddisfazione veramente unica, perché anche solo respirare l’ambiente della Nazionale maggiore è il sogno di tutti noi che pratichiamo questo sport. Cercherò di onorare al meglio la convocazione, ricordandomi sempre che se sono arrivato fin qui lo devo soprattutto alle Fiamme Oro che hanno creduto in me fin da subito”.

 

4 giugno 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Presentato il nuovo staff e i giocatori per lo stage in Nuova Zelanda

COMUNICATO STAMPA
FIAMME ORO RUGBY

PRESENTATI IL NUOVO STAFF
E I GIOCATORI PER LO STAGE IN NUOVA ZELANDA

NUOVI

Il presidente Armando Forgione con il consigliere Vincenzo Trombadore e i nuovi arrivi per la prossima stagione.

Roma – È tempo di annunci in casa Fiamme Oro Rugby. Ieri, presso il quartier generale della società a Ponte Galeria, sono stati presentati il nuovo staff tecnico e i giocatori risultati vincitori del concorso per accedere al Gruppo Sportivo della Polizia di Stato.

Quella di ieri è stata la prima giornata in maglia cremisi per Massimiliano Ravalle, Roberto Quartaroli, Stefano Iovenitti, Simone Parisotto, Samuel Seno, Giulio Cenedese e Gabriele Venditti, e anche l’occasione per presentare alla squadra il nuovo team manager, Pietro Travagli, e Eugenio Eugenio, il coach che nella prossima stagione siederà sulla panchina del XV della Polizia di Stato insieme a Giovanni Raineri e Alessandro Castagna.

EUGENIO

Il nuovo coach Eugenio Eugenio insieme al presidente delle Fiamme Oro Rugby.

“Sono particolarmente orgoglioso di questo incarico che mi è stato offerto – è stata la prima dichiarazione del nuovo coach – e che cercherò di onorare al meglio. È un privilegio non da poco per un poliziotto come me, che da quasi 30 anni indossa la divisa, essere alla guida della squadra che rappresenta l’Istituzione cui appartiene”.

Lunedì prossimo Eugenio, insieme a Giovanni Raineri, partirà alla volta della Nuova Zelanda. Si rinnova dunque la collaborazione con il club del Morrinsville, società incardinata della “Premier Team” della Waikato Rugby Union (base della franchigia dei Chiefs allenata da Wayne Smith), iniziata lo scorso anno per un reciproco scambio di giocatori e per stage tra gli allenatori che, in questo modo, avranno l’occasione per ampliare ed arricchire il proprio bagaglio tecnico.

Intanto, come la scorsa estate, tre giocatori delle Fiamme si trovano già nella terra dei kiwi: si tratta del flanker Vittorio Marazzi, dell’apertura/estremo Matteo Gasparini e del tallonatore Alain Moriconi. I tre giocatori cremisi parteciperanno con la maglia del Morrinsville al campionato della provincia di Waikato.

Anche quest’anno alla truppa formata da giocatori e tecnici si aggiungerà anche Manuel Bottino, arbitro federale, che potrà confrontarsi con i suoi colleghi agli antipodi, dirigendo alcune gare di campionato. Allo staff del Morrinsville Rugby e soprattutto al Direttore sportivo Brett Johnston, va il ringraziamento delle Fiamme Oro Rugby per aver di nuovo concesso ai propri giocatori di vivere un’occasione unica che, sicuramente, sarà occasione di arricchimento non solo dal punto di vista sportivo, ma soprattutto da quello umano.

 

4 giugno 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

È Carlo Canna l’MVP dell’Eccellenza 2014-15

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

CARLO CANNA VOTATO MIGLIOR GIOCATORE DELL’ECCELLENZA 2014-15

canna (1) (1) CUT

L’apertura delle Fiamme Carlo Canna (ph. Flavia Conforti)

Roma – È Carlo Canna l’MVP del Campionato di Eccellenza 2014-2015. Il giocatore cremisi si è aggiudicato il titolo con il 30% dei voti espressi da più di 12.000 appassionati che hanno dato la propria preferenza sul sito della Federazione italiana rugby.

La giovane apertura delle Fiamme Oro Rugby, che nella prossima stagione vestirà la casacca delle Zebre Rugby, durante l’ultimo campionato è stato autore di 53 punti (3 mete, 7 piazzati, 7 trasformazioni e un drop) e sul podio del miglior giocatore dell’Eccellenza 2014-15 ha preceduto i suoi colleghi di reparto Ian McInley (12,62%) e Aristide Barraud (12%).

È la seconda volta in tre anni che un giocatore del XV della Polizia di Stato si aggiudica il titolo di MVP, infatti nella stagione 2012-2013 fu il mediano di mischia cremisi Nicola Benetti a salire sul gradino più alto del podio.

La cerimonia di premiazione avrà luogo oggi nell’intervallo della finale di Campionato tra Femi-Cz Rugby Rovigo Delta e Cammi Calvisano. A consegnare il riconoscimento a Carlo Canna sarà il vice presidente della Federazione italiana rugby, Nino Saccà.

Considero questo premio il coronamento di una stagione che per me è stata veramente fantastica – ha dichiarato il mediano di apertura cremisi – Siamo riusciti ad arrivare dopo più di quarant’anni alla fase finale del massimo campionato e io, personalmente, ho ricevuto una soddisfazione ulteriore: quella di giocare l’anno prossimo nel Pro12 con le Zebre Rugby. Sembra una frase fatta e di circostanza, ma questo premio devo dividerlo assolutamente con i miei compagni di squadra e tutta la Società del G.S. Fiamme Oro Rugby che mi hanno sempre supportato al massimo. Sono il secondo giocatore delle Fiamme che in tre anni si aggiudica l’MVP dell’Eccellenza. È la dimostrazione che il lavoro che si sta facendo nella mia Società sta iniziando a portare i suoi frutti

30 maggio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Sette nuovi giocatori più un team manager per le Fiamme 2015-2016

imageCOMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

IN ARRIVO SETTE GIOCATORI PIÙ UN NUOVO TEAM MANAGER
PER LA PROSSIMA STAGIONE DELLE FIAMME

Roma – Sono sette i nuovi giocatori che, nella stagione 2015-2016, indosseranno la maglia delle Fiamme Oro Rugby e a loro si aggiungerà anche un nuovo membro che andrà a rinforzare lo staff del team cremisi. Provengono quasi tutti dalle squadre del campionato di Eccellenza e, per la prima volta, anche dal settore giovanile delle Fiamme.

Massimiliano Ravalle, di origini catanesi classe 1988 (183cmX125kg), è un pilone e nella scorsa stagione ha indossato la casacca rossoblu della Femi-Cz Rugby Rovigo Delta.

Stefano Iovenitti, pilone aquilano nato nel capoluogo abruzzese nel 1993 (188X115), proveniente dal L’Aquila Rugby Club.

Giulio Cenedese, nato nel 1988 (181X110), ha giocato fino alla scorsa stagione nel ruolo di pilone per il Rugby Viadana

Simone Parisotto, mediano di mischia padovano classe 1994 (180X80), proviene dal Valsugana e ha al suo attivo 10 caps con la Nazionale Under 20.

Samuel Seno, centro di 1m. e 78 cm per 94kg, nato nel 1994, ha disputato l’ultima stagione nel Lafert San Donà.

Roberto Quartaroli, centro nato a L’Aquila nel 1988 (191X100), proveniente dal Rugby Viadana.

Gabriele Venditti, seconda linea del 1997 (118X200), arriva alla prima squadra dopo aver militato nelle giovanili delle Fiamme Oro Rugby (Nuova Rugby Roma-Fiamme Oro).

Pietro Travagli, ex mediano di mischia del Rugby Viadana con all’attivo 6 caps nella Nazionale maggiore che, dopo aver smesso i panni del giocatore, approda alle Fiamme per ricoprire il ruolo di team manager.

A questi giocatori si aggiunge anche Filippo Cazzola che entra a pieno titolo nell’organico del XV della Polizia di Stato, dopo aver vinto il concorso per l’arruolamento nel Gruppo Sportivo Fiamme Oro.

 

27 maggio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

 

 

stagione 2015-2016. Cambia la guida tecnica della prima squadra

image

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

Roma – Il G.S. Fiamme Oro Rugby comunica che, al termine del triennio con questa Società, Pasquale Presutti non sarà l’allenatore della prima squadra per la stagione 2015-2016.

La dirigenza ringrazia dal profondo il coach per i risultati fin qui raggiunti e per l’impegno e la dedizione assoluta dimostrati in questi tre anni di collaborazione con il XV della Polizia di Stato.

“Eravamo ad un bivio – ha dichiarato il presidente della squadra, Armando Forgione – se continuare ancora un anno con Pasquale o avviare un nuovo ciclo. Se avessi dovuto decidere con il cuore, sicuramente Presutti avrebbe fatto un altro anno qui con noi, ma ha prevalso una scelta indirizzata verso il futuro. Pasquale per noi non è stato solamente l’allenatore della prima squadra, ma ha anche insegnato a noi dirigenti come si gestisce una società di rugby sotto ogni profilo; per questo motivo gli avevo chiesto di restare con un ruolo dirigenziale, ma ha declinato l’offerta perché, come mi ha detto, si sente un uomo di campo. Auguro a Pasquale il meglio per il futuro e sono convinto che ovunque andrà, otterrà degli ottimi risultati”.

Per la stagione 2015-2016 il timone delle Fiamme Oro Rugby sarà di nuovo affidato ad un poliziotto. Sarà, infatti, Eugenio Eugenio (alla guida del Silea nell’ultima stagione) il nuovo head coach del XV della Polizia di Stato, che sarà coadiuvato nella guida tecnica della squadra dal confermato Giovanni Raineri e si avvarrà della collaborazione di Alessandro Castagna, altra conferma nello staff cremisi.

Durante questa settimana il nuovo staff tecnico sarà presentato alla squadra.

25 maggio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

A Rovigo è battaglia vera per le Fiamme che salutano i playoff a testa alta. Vince Rovigo 17 a 10

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

A ROVIGO È BATTAGLIA VERA PER LE FIAMME CHE SALUTANO I PLAYOFF A TESTA ALTA.
VINCE ROVIGO 17 A 10

ROVVFOR

(ph. Flavia Conforti)

 

Presutti: “Forse meritavamo qualcosa di più, soprattutto per le energie che abbiamo speso e per quanta voglia avevamo di portare a casa questo match. È andata così, ma abbiamo dimostrato ancora una volta di più il vero potenziale di questa squadra e di un gruppo che è cresciuto partita dopo partita”

Rovigo – Non basta una gran prova di carattere alle Fiamme, che salutano i playoff scudetto uscendo a testa alta dallo stadio “Mario Battaglini”, sconfitte di misura per 17 a 10.

È stata una gara intensa quella giocata oggi nella città polesana, con il Rovigo attento a non commettere errori e che, rispetto alla gara di andata, ha registrato la mischia rendendo la vita difficile agli ospiti soprattutto nei primi quaranta minuti.

Durante la seconda frazione, invece, le Fiamme sono riuscite a mantenere nelle mani il pallino del gioco per quasi tutta la durata, costringendo i rossoblu a passare gran parte della ripresa schiacciati nella propria metà campo; ma la difesa dei Bersaglieri ha resistito fino alla fine non permettendo ai Cremisi di segnare quei punti che sarebbero stati necessari per passare il turno.

Resta comunque, come si diceva, la gran prova di carattere del XV della Polizia di Stato che ci ha provato fino alla fine, non dandosi mai per vinto e onorando al meglio la fase finale del campionato dalla quale mancava da più di 40 anni.

Si chiude, dunque, la stagione delle Fiamme che hanno raggiunto l’obiettivo che si erano poste all’inizio e che, visti i risultati raggiunti, non può che essere giudicata come più che positiva.

“Forse meritavamo qualcosa di più, soprattutto per le energie che abbiamo speso e per quanta voglia avevamo di portare a casa questo match – ha detto coach Pasquale Presutti alla fine della partita – Ai miei ragazzi non posso assolutamente rimproverare nulla, perché ce l’hanno messa veramente tutta per superare quella che ritengo sia la squadra più forte di questo campionato. È andata così, ma abbiamo dimostrato ancora una volta di più il vero potenziale di questa squadra e di un gruppo che è cresciuto partita dopo partita”.

Con il match di oggi sono due i giocatori delle Fiamme che salutano la maglia cremisi: il mediano di mischia Nicola Benetti, che inizierà il servizio attivo con la divisa della Polizia di Stato presso la questura di Venezia, e l’apertura Carlo Canna, che giocherà la prossima stagione nel Pro12 con le Zebre. A loro va l’augurio delle Fiamme Oro Rugby per un grande futuro.

 

LA CRONACA

La prima segnatura del match porta i colori dei padroni di casa ed arriva dopo ben dieci minuti di studio tra le due squadre dal piede di Stefan Basson. Al 12’ i rossoblu raddoppiano con l’apertura Rodriguez che tenta il drop e centra i pali portando lo score sul 6 a 0. I due team sono visibilmente contratti e ne risente il gioco, fatto quasi tutto sui raggruppamenti. Si arriva a cinque minuti dal termine del primo tempo per vedere i primi punti cremisi che arrivano da Nicola Benetti su piazzato: 6 a 3. Ma al 38’ arriva la meta del Rovigo: Van Niekerk calcia il pallone nell’area di meta delle Fiamme sul quale si avventano Duca e Massaro che, però, non riescono ad annullare e a fermare Mc Cann che, dopo il ricorso dell’arbitro Vivarini al Tmo, schiaccia e aggiunge cinque punti per i suoi. Gli ultimi tre punti del primo tempo portano ancora i colori rossoblu e arrivano, in pieno recupero, da Basson che centra l’acca per il 14 a 3 che manda tutti al riposo.

I secondi quaranta minuti sono una vera e propria battaglia, in cui le Fiamme tentano il tutto per tutto e con i polesani che rispondono colpo su colpo. Dopo sei minuti Nicola Benetti ha l’occasione per ridurre il divario, ma il suo calcio non centra i pali, a differenza di quello di Basson che al 9’ porta ancora avanti i suoi sul 17 a 3. Le Fiamme non si perdono d’animo e iniziano a premere sempre di più, ma senza riuscire a scardinare la difesa dei Bersaglieri. Al 65’, però, arriva la meta cremisi e anche stavolta l’arbitro è costretto a ricorrere al Tmo prima di riuscire a capire se il pallone nella mano di Mirko Amenta abbia varcato o meno la linea. La decisione è positiva e, con la trasformazione di Nicola Benetti, lo score si fissa sul 17 a 10. È forse il momento migliore per il XV della Polizia di Stato, ma il Rovigo è attento in difesa e riesce a respingere tutti gli attacchi degli avversari fino alla fine del match.

 

TABELLINO

 

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 23 maggio 2015

Eccellenza, Semifinale di ritorno

FEMI-CZ RUGBY ROVIGO DELTA v G.S. FIAMME ORO RUGBY 17-10

 

Marcatori: p.t. 10′ cp. Basson (3-0), 12′ drop Rodriguez (6-0), 35′ cp. Benetti (6-3), 38′ m. McCann non tr. (11-3), 43′ cp. Basson (14-3); s.t. 9′ cp. Basson (17-3), 25′ m. Amenta tr. Benetti (17-10)
FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta: Basson, Menon, Majstorovic, Van Niekerk, McCann, Rodriguez, Bronzini, De Marchi (19′ st. Lubian E.), Caffini, Ruffolo, Ferro (cap.) (18′ st. Zanini), Boggiani (35′ st. Maran), Roan (30′ st. Balboni), Ceccato (21′ st. Mahoney), Quaglio (12′ st. Pozzi). A disposizione: Bortolussi, Farolini
all. Filippo Frati

 

G.S. Fiamme Oro Rugby: Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (cap.), Bacchetti, Canna, Benetti, Duca (21′ st. Amenta), Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F. (10′ pt. Cazzola A.), Ceglie (5′ st. Naka), Vicerè (5′ st. Cerqua), Cocivera (5′ st. Di Stefano) . A disposizione: Marinaro, Thomsen, Forcucci.
all. Pasquale Presutti

arbVivarini (Piove di Sacco)

g.d.l.: Bertelli (Ferrara), Lorenzetto (Treviso)

quarto uomoGiacomini (Treviso)

TMO: Dordolo (Udine)

Cartellini: nessuno

Man of the match: Edoardo Ruffolo (Rovigo)

Calciatori: Basson 3/4, Rodriguez 1/1 (Rovigo); Benetti 2/3 (Fiamme Oro)

Note: giornata nuvolosa, 16° circa, terreno leggermente allentato ma in buone condizioni.Spettatori circa 3000.

Punti conquistati: FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta 4, G.S. Fiamme Oro Rugby 1

 

23 maggio 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Semifinale playoff. Annunciato il XV delle Fiamme che sabato tenterà l’impresa al “Battaglini”

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

SEMIFINALE DI RITORNO PLAYOFF 2014-15
LA FORMAZIONE DELLE FIAMME CHE SABATO TENTERA’ L’IMPRESA AL “BATTAGLINI”

Presutti: “Non arriviamo a Rovigo appagati dall’aver raggiunto le semifinali. Ci sono alcuni fattori che potrebbero giocare a nostro favore, ma non voglio fare calcoli matematici e desidero che i miei ragazzi si giochino questo match così come hanno affrontato quello d’andata”

IMG_3293

(ph. Flavia Conforti)

 

Roma – Secondo atto della semifinale dei playoff scudetto 2014-15 tra Fiamme e Rovigo. Sabato 23 il teatro sarà quello dello stadio “Battaglini”, in cui i Cremisi, autori di un’ottima prova all’andata (33 a 31 per i polesani), si giocheranno tutte le carte a loro disposizione per cercare di ribaltare il risultato.

L’impresa è sicuramente delle più ardue e i precedenti vedono il XV della Polizia di Stato nettamente sfavorito rispetto ai rossoblu che, su 53 incontri disputati finora, in 34 hanno riportato la vittoria contro le 16 delle Fiamme e tre pareggi.

Si riparte, dunque, dal 5 a 1 maturato dai veneti nella gara d’andata, il che significa che i ragazzi di coach Pasquale Presutti, per passare il turno, non dovranno concedere il bonus agli avversari, oppure segnare quattro o più mete e, in caso di bonus dei rodigini, vincere con più di due punti di scarto.

Un’impresa che sembra quasi impossibile per le Fiamme, nella quale giocherà un fondamentale ruolo il fattore-campo; ci si aspetta il catino del “Battaglini” con il pubblico delle grandi occasioni, che per i polesani, più di una volta, è stato un vero e proprio sedicesimo uomo in campo.

“Sì, è vero – ha dichiarato Pasquale Presutti – l’impresa sembra realmente impossibile, ma ci sono molti fattori che possono giocare a nostro favore, non da ultimo quello atmosferico perché, in caso di terreno pesante, la nostra mischia partirebbe con un leggero vantaggio. Non voglio pensare a tutti i calcoli matematici che bisognerebbe fare per passare il turno; desidero solamente che la mia squadra giochi al massimo così come ha fatto finora, mettendo paura a team ben più titolati del nostro. A chi pensa che arriveremo a Rovigo già appagati da queste semifinali raggiunte dopo tanti anni, dico che ne riparleremo dopo gli 80 minuti al Battaglini”.

Quasi tutto confermato il XV che sabato scorso ha giocato al “Gelsomini” di Ponte Galeria con i rossoblu. In prima linea torna dal primo minuto Giuseppe di Stefano, insieme ai confermati Valerio Vicerè e Fabio Cocivera; in seconda confermata la coppia Michele Sutto-Filippo Cazzola, così come anche i due flanker Vittorio Marazzi e Matteo Zitelli che, con il rientrante Gianmarco Duca, chiudono il pacchetto di mischia. Mediana occupata da Nicola Benetti e Carlo Canna, mentre al centro ci saranno ancora Giuseppe Sapuppo e il capitano dei Cremisi, Giovanni Massaro. Infine il triangolo allargato sarà lo stesso della gara di andata con le due ali Pietro Valcastelli e Andrea Bacchetti, con Guido Barion in posizione di estremo.

Arbitrerà l’incontro, con inizio alle 18,10 e diretta su Raisport1, il signor Vivarini, insieme ai due giudici di linea, Bertelli e Lorenzetto, il quarto uomo Giacomini e il Tmo Dordolo.

 

La probabile formazione
Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (cap), Bacchetti, Canna, Benetti, Duca, Marazzi, Zitelli, Sutto, Cazzola F., Di Stefano, Vicerè (v. cap), Cocivera
A disposizione: Naka, Cerqua, Pettinari (Ceglie), Cazzola A., Balsemin (Amenta), Marinaro, Thomsen, Forcucci

22 maggio 2015

Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Semifinale di andata playoff. Le Fiamme cedono di soli due punti alla corazzata Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

SEMIFINALE PLAYOFF 2014-15
LE FIAMME LOTTANO FINO ALLA FINE, MA IL ROVIGO SI AGGIUDICA LA SEMIFINALE DI ANDATA 31 A 33

Presutti: “È destino che contro il Rovigo sia sempre battaglia fino all’ultimo secondo. Hanno dimostrato perché sono i primi in classifica, ma anche noi abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti. Sabato prossimo al Battaglini ci giocheremo tutte le nostre chance”

IMG_3259

Il capitano delle Fiamme, Giovanni Massaro (ph. Flavia Conforti)

IL COMMENTO
Roma – Le Fiamme, davanti al pubblico delle grandi occasioni, non riescono ad abbattere il tabù-Rovigo e, dopo una vera e propria battaglia durata ottanta minuti, cedono ai Bersaglieri per soli due punti di distacco.

Un match intenso quello giocato oggi alla caserma “Gelsomini” con i padroni di casa che ce l’hanno messa tutta contro i primi della classe, ma il Rovigo, nonostante fosse rimasto in inferiorità numerica per gran parte della seconda frazione di gioco, ha saputo comunque portare sui propri binari il match.

Alle Fiamme va sicuramente l’onore delle armi per aver dimostrato, ancora una volta e se ce ne fosse stato ancora bisogno, di essere un cattivo cliente per tutti, per quella capacità di non darsi mai vinte fino all’ultimo secondo; e così è stato anche oggi. Resta un po’ l’amaro in bocca per non aver approfittato dei lunghi tratti in superiorità numerica e per una trasformazione, seppur difficile, che non ha centrato i pali e che poteva portare in pareggio le sorti del match.

A Ponte Galeria, però, il morale resta alto perché il distacco nel punteggio finale è abbastanza esiguo, anche se il 5 a 1 sarà abbastanza difficile da ribaltare nel catino del “Battaglini” sabato prossimo. Ma le Fiamme hanno più volte dimostrato che le imprese impossibili a volte proprio così non sono, così come ha dichiarato coach Pasquale Presutti al termine del match: “Sono soddisfatto di questa nostra prestazione. È destino che contro i rossoblu sia sempre battaglia fino all’ultimo secondo. Loro hanno dimostrato perché sono i primi della classe, riuscendo a giocare per lunghi tratti alla pari anche in 13 e segnando una meta in 14, ma anche noi abbiamo fatto vedere di che pasta siamo fatti. Sabato prossimo al Battaglini ci giocheremo tutte le nostre chance, consapevoli comunque di aver già scritto la storia della nostra gloriosa società”.

Prossimo appuntamento per il XV della Polizia di Stato, sabato prossimo (23 maggio) allo stadio “Battaglini” di Rovigo per la semifinale di ritorno, sempre in diretta tv su Raisport1 dalle 18.

 

LA CRONACA
È la mischia l’arma in più delle Fiamme che nei primi dieci minuti comanda sul sintetico della caserma “Gelsomini”, ma al 13’ è il Rovigo che segna i primi punti con Roan dopo un banale errore in touche. Il sudafricano Basson trasforma ed è 0 a 7. Passano cinque minuti e Nicola Benetti accorcia le distanze dalla piazzola. Le Fiamme prendono maggiore fiducia e iniziano a limitare le incursioni avversarie rendendosi pericolose in più di un’occasione. La pressione dei padroni di casa raggiunge il culmine alla mezz’ora, quando l’arbitro Rizzo assegna una meta tecnica; Benetti trasforma e porta il XV della Polizia di Stato in vantaggio per 10 a 7, con i rossoblu in inferiorità numerica per il giallo al pilone Ravalle. Ma anche in 14 i Bersaglieri si rendono pericolosi e riescono ad andare in meta con Luciano Rodriguez al 35’ che riporta avanti i suoi 10 a 12. La prima frazione di gioco si chiude in vantaggio per i Cremisi, grazie al piede di Nicola Benetti, che centra i pali per due volte consecutive e manda le squadre negli spogliatoi sul 16 a 12.

I primi 10 minuti del secondo tempo si rivelano letali per le Fiamme: al 41’ l’arbitro chiede l’intervento del Tmo ed annulla una meta ospite per un “in avanti” di un giocatore polesano; ma i rossoblu centrano il bersaglio grosso per due volte al 46’ e al 51’ (Fiamme in inferiorità numerica per il giallo a Mirko Amenta) con Boggiani e Van Niekerk. Basson trasforma entrambe le mete e porta i suoi oltre il break sul 16 a 26. Al 54’ il Rovigo resta in 14 uomini di nuovo, ma stavolta fino alla fine del match perché Ravalle va di nuovo a sedersi sulla panca dei cattivi. Nicola Benetti mantiene ancora aperte le speranze dei Cremisi con una punizione al 55’, ma dieci minuti dopo gli ospiti centrano la quinta meta con Ferro; Basson trasforma e riporta il Rovigo oltre il break. Il finale è tutto per le Fiamme: al 77’, da un’azione nata da Daniele Forcucci, il pallone arriva nelle mani di Giuseppe Sapuppo che batte tutti in velocità e schiaccia in meta. La trasformazione di Carlo Canna, da posizione molto defilata, non va a segno e i punti di distacco tra le due squadre restano nove. In pieno recupero arriva la terza meta di Alessio Ceglie; Carlo Canna stavolta non fallisce la trasformazione e porta lo score sul 31 a 33. Ma non c’è più tempo e l’arbitro ferrarese Rizzo chiude le ostilità.

ILTABELLINO
Roma, Caserma “S. Gelsomini”, sabato 18 maggio 2015, ore18.00
Eccellenza, Semifinale di andata playoff 2014-15
Fiamme Oro Rugby v Femi-Cz Rugby Rovigo Delta 31-33 (p.t. 16-12)

Marcatori: p.t. 13’ m Roan tr Basson (0-7), 18’ cp Benetti (3-7), 31’ meta di punizione FFOO tr Benetti (10-7), 35’ m Rodriguez (10-12), 38’ cp Benetti (13-12), 40’ cp Benetti (16-12); s.t. 46’ m Boggiani tr Basson (16-19), 51’ m Van Niekerk tr Basson, (16-26), 55’ cp Benetti (19-26), 65’ m Ferro tr Basson (19-33), 77’ m Sapuppo (24-33), 80’+3 meta Ceglie tr Canna (31-33)

Fiamme Oro Rugby: Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro (57’ Forcucci), Bacchetti, Canna, Benetti (65’ Marinaro), Amenta, Marazzi, Zitelli (62’ Duca), Sutto, Cazzola F. (64’ Cazzola A.), Pettinari (43’ Ceglie), Vicerè (51’ Cerqua), Cocivera (51’ Naka)
A disposizione n.e.: Thomsen
all.:Pasquale Presutti

 

Rugby Rovigo Delta:Basson, Ngawini (40’ Pozzi – temp – 69’ Balboni), Menon, Van Niekerk, Bortolussi, Rodriguez, Bronzini, Ferro (66’ De Marchi), Caffini (60’ E. Lubian – 76’ Zanini), Ruffolo, Montauriol, Boggiani (76’ Pozzi), Ravalle, Mahoney (cap.) (57’ Ceccato), Roan.
A disposizione n.e.: Farolini, Pavanello.
all.:Filippo Frati

Arbitro: Elia Rizzo (Ferrara)
Giudici di linea: Matteo Liperini (Livorno), Andrea Laurenti (Bologna)
Quarto uomo: Stefano Romani (Colleferro – Rm)
Tmo: Stefano Pennè (Casalpusterlengo – Mi)

Cartellini: giallo Ravalle 32’, giallo Amenta 43’, giallo Ravalle 54’, giallo Roan 73’
Man of the match: Edoardo Ruffolo (Rovigo)
Calciatori: FFOO: Benetti 5/5 (cp 4/4 tr 1/1), Canna 1/2 (tr 1/2); Rovigo: Basson 4/5 (tr 4/5)

Note: spettatori 1.500 ca., Man of the match premiato dal prefetto Vincenzo Panico, Capo della Segreteria del Dipartimento della PS

Punti conquistati: Fiamme Oro 1, Rugby Rovigo 5

18 maggio 2015

CristianoMorabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Semifinale playoff. La formazione delle Fiamme per il match con il Rugby Rovigo

COMUNICATO STAMPA FIAMME ORO RUGBY

SEMIFINALE CAMPIONATO 2014-15
LA FORMAZIONE DELLE FIAMME PER L’ULTIMO MATCH DELLA STAGIONE AL “GELSOMINI”

Presutti: “Per noi l’approdo ai playoff, anche se è un risultato storico, non è un punto di arrivo, ma uno stimolo a fare ancora meglio”.

Massaro: “Siamo sereni, ma consapevoli di aver scritto una pagina della storia di questa società… ma di pagine bianche sul nostro libro ce ne sono ancora molte da riempire”.

 banner SEMIF

Tutto pronto a Ponte Galeria, quartier generale delle Fiamme Oro Rugby, per quella che sarà, indipendentemente dal risultato, l’ultima partita tra le mura amiche della caserma “S. Gelsomini”.

Sabato 16, alle ore 18 (diretta Raisport1), andrà in scena la semifinale di andata della fase finale del Campionato di Eccellenza 2014-15 tra il XV della Polizia di Stato e la Rugby Rovigo Delta.

I precedenti tra le due squadre sono tutti a favore dei polesani che arrivano a Roma da primi in classifica, ma le ultime prestazioni in campionato dei ragazzi di Presutti contro i rossoblu, come anche il crescendo di forma registrato dai Cremisi nella fase finale dell’ultimo campionato, lasciano aperte tutte le ipotesi di risultato finale.

A Ponte Galeria non ci si fa illusioni e si cerca di vivere la vigilia del match con la serenità di chi è consapevole di aver lavorato bene durante l’anno per giungere ai playoff, risultato storico per le Fiamme che non arrivavano tra le prime quattro classificate nella regular season da ben 42 anni (era la stagione 1972-73 e i Cremisi facevano base a Padova).

“Non partiamo sicuramente da favoriti per questa partita – ha detto coach Pasquale Presutti – ma ci siamo preparati bene e l’approdo ai playoff, per chi sospetti il contrario, non lo vediamo come un punto d’arrivo, bensì come uno stimolo a fare ancora meglio. Ce la giocheremo come sempre fino alla fine, anche perché per noi, e per me, giocare contro il Rovigo ha sempre avuto un gusto particolare. In campionato abbiamo perso entrambi gli incontri, ma a chi mi dice che non c’è due senza tre, io rispondo: speriamo di no!”.

Al coach fa eco anche il capitano cremisi, Giovanni Massaro: “Io e i ragazzi siamo sereni, ma allo stesso tempo consapevoli di aver scritto quest’anno un pezzo della storia di questa società… ma di pagine bianche sul nostro libro ce ne sono ancora molte da riempire. Durante la stagione regolare abbiamo lavorato molto bene e i risultati si sono visti. Ora, ci sentiamo pronti ad affrontare questa sfida a testa alta mostrando la nostra forza sul campo e la nostra caratteristica principale che ci ha permesso di portare a casa molti match che, invece, sembravano compromessi: noi non molliamo mai fino all’ultimo secondo di gioco”.

Poche novità nella formazione che sabato affronterà i Bersaglieri polesani, rispetto a quella vittoriosa sabato scorso a “Quaggia” di Mogliano: quello composto da Fabio Cocivera, Valerio Vicerè e Giuseppe Di Stefano sarà il terzetto di prima linea che partirà titolare, così come in seconda sarà confermata anche la coppia Michele Sutto-Filippo Cazzola; poche novità anche in terza linea dove, insieme ai due flanker Vittorio Marazzi e Matteo Zitelli, dal primo minuto ci sarà Mirko Amenta a numero 8. La regia sarà ancora affidata a Nicola Benetti e Carlo Canna, così come anche per tutta la linea dei trequarti arriva la conferma in blocco: i centri saranno il capitano Giovanni Massaro e Giuseppe Sapuppo, mentre il triangolo allargato sarà composto dalle due ali, Andrea Bacchetti e Pietro Valcastelli, e dall’estremo Guido Barion.

Arbitrerà l’incontro il ferrarese Elia Rizzo, insieme ai due giudici di linea Liperini e Laurenti, con Romani quarto uomo; Stefano Pennè sarà il Tmo.

La probabile formazione
Barion, Valcastelli, Sapuppo, Massaro, Bacchetti, Canna, Benetti, Amenta, Marazzi, Zitelli, Sutto, F. Cazzola, Di Stefano, Vicerè, Cocivera
A disposizione: Naka, Cerqua, Pettinari, A. Cazzola, Duca, Marinaro, Forcucci, Thomsen

14 maggio 2015
Cristiano Morabito – Responsabile Ufficio Stampa Fiamme Oro Rugby

Slideshow

Campionato Eccellenza 2014/2015

Campionato Eccellenza 2014/2015

Ultimo incontro

Marchiol MoglianoFiamme Oro Rugby

21 - 40

18. Giornata

Campionato Eccellenza 2014/2015

Classifica

Pos   Squadra G. Pti
1 Rugby Rovigo Delta 18 76
2 Cammi Calvisano 18 72
3 Marchiol Mogliano 18 60
4 Fiamme Oro Rugby 18 52
5 Rugby San Donà 18 50
6 Rugby Viadana 18 46
7 Petrarca Padova 18 43
8 Lazio Rugby 1927 18 32
9 L'Aquila Rugby Club 18 10
10 I Cavalieri Prato 18 -3